Cultura

Giulia De Lellis | Avvento della letteratura trash

Giulia De Lellis passa da corteggiatrice dello show ”Uomini & Donne”, ad influencer con 4 milioni di follower su instagram, a scrittrice. Il suo libro ”Le corna stanno bene su tutto” è online e in libreria dal 17 settembre 2019.

Giulia De Lellis è nota per la storia d’amore con Andrea Damante. Dalla scelta avvenuta nel famoso programma della De Filippi, la fama della De Lellis è diventata virale; non solo chi segue la ragazza ma anche chi non ha interesse nel seguire le prodezze di queste nuove star moderne, spesso, si ritrova a leggere news sui ”nuovi famosi”. La televisione, aiuta ad avere impatto sul pubblico e si sa, ormai instagram, funziona da vetrina oltre che da ufficio di collocamento: l’impatto mediatico serve a far brillare la vetrina moderna, e se la tua vetrina brilla, fattura e cresce in numeri. Così, crescono anche le aziende che ti cercano, e perché no? Anche le case editrici.

Giulia de Lellis: Le corna stanno bene su tutto

”Le corna stanno bene su tutto” è il titolo del libro scritto dall’influencer Giulia De Lellis, distribuito da Mondadori. Il libro racconta una trama vista e rivista; il tradimento, la delusione, un amore finito. Trame ed intrecci che si conoscono già dai tempi di Catullo. Un contenuto trito e ritrito scritto con l’aiuto di Stella Pulpo, autrice del blog ‘‘Memoria di una vagina”, dal 2011 una delle voci femminili più amate del web. Un titolo che non lascia spazio all’immaginazione e che la De Lellis ha fortemente voluto. La trama è incastonata interamente sulla storia d’amore con il Dj Andrea Damante, nata negli studi della De Filippi.Un bel giorno di aprile, la ragazza scopre di essere stata tradita, e quella che fino a quel momento le sembrava una favola diventa un incubo.

Le corna stanno bene su tutto - Photo Credits: news.fidelityhouse.eu
Le corna stanno bene su tutto – Photo Credits: news.fidelityhouse.eu

Inizia così la descrizione minuziosa della reazione avuta a quest’amara scoperta: la De Lellis ci spiega come non si sia lavata per tre giorni, come abbia rotto la PlayStation del fidanzato, deturpato i suoi vestiti. Ci descrive il dolore di una donna tradita al limite della tristezza e della delusione. Ci racconta come chiama, una per una, tutte le donne che, presumibilmente, sono state con quello che è stato il suo uomo fino alla sera prima. Ogni tradimento porta con sé collera, incredulità e dolore: è inevitabile. Lo stile è molto elementare, non particolareggiato, ricco di luoghi comuni e termini volgari. La minuziosità con cui vengono descritti i rapporti intimi fra la De Lellis ed il suo ex fidanzato rasenta livelli trash.

De Lellis, libro - Photo Credits: chedonna.it
De Lellis, libro – Photo Credits: chedonna.it

“Peccato che quello stesso soggetto, magari fino a poche ore prima, avesse preso, toccato e baciato un altro corpo, un altro seno, un altro c**o, scivolando con sconcertante agilità tra le cosce di un’altra”.

Utilità della letteratura trash

E’ lecito fare delle riflessioni fra pro e contro di questi nuovi aspiranti novelli romanzieri che pullulano. Nel caso specifico di Giulia De Lellis e dell’impatto che ha avuto sul web le congetture a riguardo, si sprecano. Come detto una casa editrice come la Mondadori, lontana dalla vecchia fulgida aura letteraria di un tempo, si mette al passo con i tempi: non la qualità, oramai, ma il prodotto. E la De Lellis, vende. Sì, una storia sentita sin dai tempi di Anna Karenina, quella del tradimento: ma un novello Tolstoj, con eccelse abilità stilistiche sarebbe stato notato da una famosa casa editrice, qualora non avesse avuto un seguito così cospicuo? Ci si chiede questo. E allora parte quella che, oggi, vien definita la commercializzazione letteraria nota anche come ”letteratura trash”.

Commenti dai follower - Photo Credits: tpi.it
Commenti dai follower – Photo Credits: tpi.it

D’altro canto, chi non accetterebbe una proposta da un colosso editoriale italiano, per di più, servendosi dell’aiuto di una scrittrice? Forse chi è cosciente dei propri limiti. Tuttavia, la De Lellis, non ha mai fatto mistero della genesi per cui il libro nasce; raccontare sì, al mondo la sua sofferenza, ma principalmente, la crudeltà inferta dal suo ex Andrea Damante. Su Amazon il libro risulta già essere il primo in classifica fra i più venduti. Oggettivamente non si può parlare di un gran romanzo. L’unico l’auspicio è che quanto meno, grazie alla popolarità della De Lellis, questa storia sia d’aiuto a chi si trova nella medesima situazione, riflettendo che non si è né le prime e né le ultime… E soprattutto, che in letteratura ci sono testi che scandagliano meglio le emozioni derivate da un tradimento, e che meritano di essere letti molto di più.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button