MetroNerd

Goku: neanche i veri fan conoscono l’origine del suo nome

Adv

Non serve essere fan sfegatati per conoscere il nome di Goku. Il fenomeno Dragon Ball è esploso in Italia nei primi anni 2000, tra articoli per la scuola, figurine collezionabili e disegni di super sayan livello 20 dalla dubbia provenienza. Il protagonista della storia di Akira Toriyama è diventato una figura importante della nostra infanzia, che tutt’oggi continua a sorprenderci raggiungendo livelli sempre nuovi di potenza.

Il vero nome di Son Goku in realtà non è Kakarot, ma è la traduzione letterale del nome Son Wukong, protagonista della storia Cinese “Journey to the West”.

Dragon Ball è un manga scritto e disegnato da Akira Toriyama serializzato originariamente sulla rivista Weekly Shonen Jump dal 1984 al 1995. Nella creazione di Goku, Toriyama ha preso ispirazione dalla storia “Journey to the West”. Volendo rimanere fedele alla fonte, la prima bozza di Goku lo raffigurava somigliante in tutto e per tutto ad una scimmia, esattamente come il protagonista della storia cinese, Son Wukong. La seconda bozza vede Goku con tratti meno scimmieschi, e a cavallo di un piccolo mech volante, che nella versione finale diventerà la Nuvola Speedy. La versione finale sarà il Goku che tutti noi conosciamo e amiamo, ma la connessione con il suo materiale d’ispirazione non è andata persa.

Son Goku è infatti la traduzione giapponese del nome cinese Sun Wukong. La storia di quest’ultimo è infatti molto simile a quella del sayan: una scimmia buddista deve girare tutta l’India per recuperare delle pergamene, e lungo la strada incontrerà numerosi alleati e avversari. Le similitudini non finiscono qui, infatti la forma scimmiesca in cui i sayan si trasformano durante la luna piena è un omaggio alla storia originale. Goku è il successore spirituale di Sun Wukong, e con nuove sfide sempre all’orizzonte non c’è possibilità che il sayan non onori le sue origini.

Giulio Rosati

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button