Esteri

Gran Bretagna, arriva la fine delle restrizioni Covid dal 19 luglio

La Gran Bretagna si prepara a ritornare alla normalità. Il premier Boris Johnson ha confermato lo stop a quasi tutte le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria per il Covid-19 a partire dal prossimo 19 luglio, giorno dal quale gli abitanti del Paese dovranno usare il proprio giudizio per mitigare il rischio di infezioni. Oltremanica verranno dunque cancellati centinaia di regolamenti sull’uso di mascherine, distanziamento sociale, riunioni e lavoro a domicilio. “Dobbiamo essere onesti con noi stessi che se non possiamo riaprire la nostra società nelle prossime settimane, quando saremo aiutati dall’arrivo dell’estate e dalle vacanze scolastiche, dobbiamo chiederci, quando potremo essere in grado di tornare alla normalità?”, ha dichiarato il premier. 
Un azzardo secondo esperti e scienziati, visto il dilagare nel Paese di nuovi casi (una media di 25mila contagi al giorno nell’ultima settimana) dovuti alla più contagiosa variante Delta. Ma BoJo, costretto già un mese fa a un rinvio, non intende fare un altro passo indietro, forte del fatto che “il legame con i ricoveri ospedalieri e i decessi è indebolito” grazie al programma di vaccinazione.

La decisione finale sarà presa il 12 luglio sulla base dei contagi dei prossimi sette giorni, ma a meno di un’apocalisse il 19 luglio Boris Johnson riaprirà tutto, raggiungendo quindi l’obiettivo che si era posto nel marzo del 2020, quello dell’immunità di gregge a ogni costo. “Questa pandemia è ben lontana dall’essersi conclusa” ha ammesso durante la conferenza stampa tenutasi oggi Chris Witty, l’esperto medico del governo di Boris Johnson, mentre il primo ministro ha ribadito che “molte persone ancora si ammaleranno e moriranno” un deja vu del marzo 2020, quando l’infelice considerazione fece il giro del mondo facendo conoscere il lato più oscuro del Prime Minister.

Adv

Related Articles

Back to top button