Esteri

Halloween Party a Seul, 120 morti e 100 feriti: cosa è successo

Secondo l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, circa 50 persone hanno avuto un arresto cardiaco nel quartiere di Itaewon, dove migliaia di persone stavano festeggiando Halloween in un noto locale della capitale. Lo riporta la Bbc aggiungendo che i vigili del fuoco hanno dichiarato che ci sono state 81 segnalazioni di “respiro affannoso” e che è stata segnalata una calca. Secondo quanto riferito, nella zona c’erano 100.000 persone che festeggiavano il primo evento di Halloween all’aperto senza mascherine dopo la pandemia. 

Sarebbe di almeno 120 morti e 100 feriti il bilancio di una calca che si è formata durante una festa di Halloween a Seul, capitale della Corea del Sud. A riferirlo è l’agenzia sudcoreana Yonhap, che cita le autorità. All’inizio si parlava di decine di persone colte da un arresto cardiaco nel quartiere di Itaewon, con diverse segnalazioni di “respiro affannoso”. Choi Cheon-sik, funzionario della National Fire Agency, ha dichiarato che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare. Secondo quanto riportano i media locali, nella zona ci sarebbero 100mila persone che festeggiavano il primo Halloween all’aperto senza mascherine dopo la pandemia.

Choi Cheon-sik aveva subito espresso il timore che diverse persone fossero morte schiacciate dopo che una grande folla aveva iniziato a farsi avanti in un vicolo piuttosto stretto nei pressi dell’Hamilton Hotel, un importante luogo di feste a Seul. Una situazione che avrebbe generato un panico di massa, secondo l’agenzia di stampa Yonhap: le immagini disponibili mostrano decine di persone stese, che ricevono i soccorsi. Il presidente della Repubblica Yoon Suk-Yeol ha rilasciato una dichiarazione chiedendo ai funzionari di garantire un trattamento rapido per i feriti e di rivedere la sicurezza dei luoghi della festa. Ha anche incaricato il ministero della Salute di schierare rapidamente squadre di assistenza medica in caso di calamità e di mettere in sicurezza i letti nell’ospedale vicino per curare i feriti. Il sindaco di Seul, Oh Se-hoon, ha interrotto il suo viaggio in Europa e ha deciso di tornare nella capitale.

Back to top button