Formula 1

Hamilton e Mercedes: il rinnovo del contratto è una telenovela infinita

A meno di due mesi dall’inizio del mondiale di Formula 1, manca ancora la firma del rinnovo del contratto di Lewis Hamilton con Mercedes. Entrambe le parti in causa ostentano sicurezza, i nodi economici sarebbero stati risolti e l’annuncio sembrerebbe ormai vicinissimo. Eppure, mai attesa fu più lunga e, per certi versi, incomprensibile. Tattica Mercedes per creare aspettativa o reali difficoltà a chiudere la trattativa?

Rinnovo contratto Hamilton-Mercedes: solo show o trattativa in salita?

Firma? Non firma? Nelle lunghe settimane in cui i motori della F1 sono spenti, a tenere banco su social e giornali è il rinnovo del contratto di Lewis Hamilton con Mercedes. O meglio, la mancanza del rinnovo. Un lunghissimo tira e molla tra pilota e team che dura ormai da mesi. La firma doveva arrivare subito dopo la fine del mondiale, poi prima di Natale, infine entro il 2020. Invece, ci ritroviamo alle soglie del mese di febbraio con il 7 volte campione del mondo di fatto disoccupato. In realtà, il rinnovo è quasi scontato: sia Hamilton che la scuderia tedesca vogliono continuare insieme, con l’obiettivo, ora che il record di Schumacher è stato raggiunto, di superarlo e andare, in futuro, anche oltre l’ottavo titolo mondiale.

Hamilton Mercedes
Lewis Hamilton festeggia il settimo mondiale con il team – Photo Credit: Lewis Hamilton Twitter Official Account

Le premesse per un’altra stagione da dominatori, sia per il pilota che per la macchina, ci sono tutte: all’orizzonte di rivali concreti per il titolo non se ne vedono. Ed è assai improbabile che Valtteri Bottas, a parità di vettura, possa dare del filo da torcere a Sir Lewis. Quindi, a far allungare i tempi della trattativa non sono senz’altro perplessità sul progetto tecnico Mercedes. Né, sembrerebbe, le richieste economiche del pilota: secondo indiscrezioni, Hamilton andrà a guadagnare 44 milioni a stagione più una percentuale data dai diritti Tv e dall’arrivo di eventuali sponsor portati in dote da Lewis. Se a questo aggiungiamo che il pilota inglese ha partecipato, dalla fine del mondiale, ad un paio di eventi targati Mercedes, ecco che l’attesa assume sempre più i contorni del giallo.

I più smaliziati potrebbero pensare che il prolungarsi dei tempi sia solo una tattica della Mercedes per tenere viva l’attenzione e per far parlare di sé anche a motori spenti. Ne è convinto una vecchia volpe come Bernie Ecclestone che, intervistato dal quotidiano svizzero Blick, ha definito il mancato annuncio del rinnovo un “teatrino”, montato ad arte per permettere a Lewis Hamilton di occupare le prime pagine dei giornali anche nelle settimane che precedono l’inizio ufficiale della stagione.

Le parole del boss Mercedes Toto Wolff

Pungolato più volte sul rinnovo del contratto di Hamilton, il team principal della Mercedes Toto Wolff ha sempre mostrato sicurezza, pur non nascondendo le difficoltà legate a una trattativa condotta esclusivamente online:

“Prima o poi tireremo fuori la penna stilografica – ha dichiarato alla tv austriaca ORF – ma è difficile firmare qualcosa se non ci vediamo. Nelle riunioni su Zoom continuiamo a rendere la vita difficile agli avvocati con le nostre discussioni”.

Wolff Mercedes
Toto Wolff, Team Principal Mercedes – Photo Credit: Mercedes Twitter Official Account

L’unico ostacolo vero per la firma sembrerebbe essere la durata del contratto: Hamilton ha compiuto 36 anni il 7 gennaio ed è improbabile che la Mercedes decida di legarsi a lui per altri tre anni, anche se Wolff non l’ha escluso a priori:

“Contratto triennale? Non è detto. Vedremo nel prossimo futuro uno sviluppo sia a livello di tetto ai costi che di regolamentazione tecnica e dovremo tenere gli occhi aperti. Dunque stiamo discutendo sulla migliore opzione. Non vogliamo essere messi sotto pressione. Dovrebbe essere un accordo ragionevole. E non siamo lontani dal raggiungerlo. Presto? ‘Presto’ è una parola con un significato indefinito, ma sì, presto.

Il termine ultimo per la firma del contratto è il 12 marzo, giornata in cui sono in programma i primi test in Bahrein: per quella data, secondo Wolff, verranno sciolti tutti i nodi e Lewis sarà regolarmente a bordo della freccia d’argento. E se clamorosamente Hamilton dovesse decidere di appendere il casco al chiodo, George Russell è già pronto a prenderne il posto. Si tratta solo di anticipare il futuro di un paio d’anni.

Arriva la rivista di Motorsport Metropolitan

Il primo numero della nostra rivista (gratuita!) targata Motorsport Metropolitan è disponibile sulla piattaforma Issuu. Scaricatela per leggere tutti i nostri contenuti esclusivi!

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
? YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
? SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
? PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK:https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Rosanna Greco

Back to top button