Sport

I Kansas City Chiefs si prendono il Superbowl

Grande spettacolo nella notte del 54esimo Superbowl di NFL. Patrick Mahomes premiato MVP della partita dopo una grande rimonta nel quarto periodo.

Si sa, il Superbowl è una partita che non ha nulla a che vedere con le altre gare della stagione di NFL. I Chiefs, dopo essere stati sotto nel punteggio, ribaltano il risultato nell’ultimo quarto di gioco, tornando al titolo dopo 50 anni dall’ultimo successo.

Rimorso San Francisco

Prima del kickoff della 54esima edizione del Superbowl, Chiefs contro 49ers è stata definita come una delle gare più equilibrate e con l’esito più incerto degli ultimi anni. Il primo tempo ha rispettato tutte le previsioni, con Juszczyk che risponde al touchdown di Mahomes, chiudendo la prima metà di gioco sul 10 pari. In una gara caratterizzata da un sostanziale equilibrio, i 49ers hanno la prima chance di mettere in ghiaccio la partita. San Francisco, infatti, dopo l’intercetto a Mahomes e l’immediato touchdown di Mostert, guida nel punteggio 20-10. Aprendosi il quarto quarto, e avendo due possessi di vantaggio su Kansas City, la pressione potrebbe aver giocato un brutto scherzo ai ragazzi di coach Shanahan. Gli attacchi del quarteback proveniente da Texas Tech diventano illeggibili per la difesa californiana, che concede grandi ricezioni a Watkins e a Williams. Travis Kelce accorcia le distanze per il -3 dei Chiefs. Dopo un punt dell’attacco dei 49ers, Kansas City ha la possibilità di prendere le redini della partita. Mahomes lancia per Williams che appena prima di uscire dal campo raggiunge l’end zone. Dopo un attento controllo ai monitor, gli arbitri confermano la decisione presa in campo. Come ciliegina sulla torta, Williams metterà a segno un ultimo touchdown con pochi secondi rimasti sul cronometro. La partita termina 30-21 in favore di Kansas City.

https://www.instagram.com/p/B8G3lTTp55K/
Bleacher Report via Instagram

Mahomes MVP

Altra grande rimonta di Kansas City, che quest’anno ci ha abituati a partenze a rilento, seguite da grandissimi secondi tempi. Ottimo lavoro dell’intera catena offensiva dei Chiefs, che riesce a reagire alla costante pressione portata da Bosa e da Buckner. Dopo la grande prestazione, Patrick Mahomes viene eletto come Most Valuable Player del Superbowl, diventando così il giocatore più giovane ad aggiudicarsi questo riconoscimento. Per i Chiefs sono grandi festeggiamenti, che mancavano allo stato del Kansas addirittura da 50 anni. Mahomes, oltre al proprio immenso talento, ha dimostrato di essere un atleta mentalmente pronto, nonostante la giovane età, per queste grandi partite. San Francisco si mangia le mani per aver gettato una ghiottissima opportunità, ma potrà certamente fare affidamento su questo roster giovane e talentuoso per i prossimi anni.

Seguici su Metropolitan Magazine Italia

Back to top button