Stasera a teatro: i consigli di Metropolitan. L’omaggio a Pasolini e Brecht. Al Jovinelli, “Orson Wells Roast” di Battiston, “Uscita d’emergenza” di Santanelli al Marconi

Il Teatro di Roma e i luoghi di Pasolini. Omaggio a Pier Paolo Pasolini con “Questo è il tempo in cui attendo la grazia”.   Tre tappe di uno spettacolo firmato  Fabio Condemi e Gabriele Portoghese, nei luoghi che hanno segnato l’esistenza del poeta friulano. Un viaggio a ritroso che parte da Ostia (al Teatro del Lido il 2 novembre ore 20), passando per Roma, (al Teatro India il 3 novembre ore 21), per terminare nella regione della sua infanzia friulana (al Verdi di Pordenone il 5 novembre).

Il titolo dello spettacolo è tratto da un verso della poesia di Pasolini, Le nuvole si sprofondano lucide, inserita nella raccolta “Dal diario” (1945-1947), Salvatore Sciascia, Caltanissetta maggio 1954.  Info: www.teatrodellido.it e www.teatrodiroma.net

QUESTO E' IL LUOGO IN CUI ATTENDO LAGRAZIA (C) TEATRO DI ROMA I LUOGHI DI PASOLINI
QUESTO E’ IL LUOGO IN CUI ATTENDO LAGRAZIA (C) TEATRO DI ROMA

Ambra Jovinelli. Riapre questa sera, 30 ottobre alle 21, la stagione del Jovinelli con “Orson Welles Roast“in scena fino al  al 10 novembre. Nei panni del geniale ed eclettico regista statunistense, Giuseppe Battiston, anche autore insieme a Michele De Vita Conti.  Scritto da Giuseppe Battiston, Michele De Vita Conti Regia di Michele De Vita Conti. Info: https://www.ambrajovinelli.org/

GIUSEPPE BATTISTON (C) FABRIZIO CESTARI I LUOGHI DI PASOLINI
GIUSEPPE BATTISTON (C) FABRIZIO CESTARI

Argot Studio Roma. Parte questa sera il secondo capitolo della stagione  Argo(t)nautiche – Cronache dal mondo sommerso del Teatro Argot Studio vedrà come protagonista l’eclettica attrice e regista Elena Arvigo con lo spettacolo “Il Dolore: diari della guerra“, in scena fino al 3 novembre.

Il Dolore è il diario biografico che Marguerite Duras, con la sua arte vissuta tra la guerra e la tragica pagina storica del nazismo, scrisse a Parigi quando aspettava il ritorno di suo marito Robert Antelme deportato a Dachau. Tratto da “Il Dolore e Quaderni della guerra” e altri testi di Marguerite Duras e da “L’istruttoria” di Peter Weiss, regia e interpretazione di Elena Arvigo.  

Dal 5 al 17 novembre, invece “Harrogate” di Al Smith, per la regia di Stefano Patti, con Marco Quaglia e Alice Spisa, testo che affronta la difficoltà a rimanere se stessi di fronte all’altro, la tendenza a mascherarsi ogni vològta in modo diverso a seconda di chi si ha di fronte. Dal martedì al sabato ore 20.30, domenica 10 novembre ore 17.30, domenica 17 novembre ore 17. Info e prenotazioni: www.teatroargotstudio.com

HARROGATE (C) ARGOT STUDIO I LUOGHI DI PASOLINI
HARROGATE (C) ARGOT STUDIO

Off Off Theatre. Dal 5 al 10 novembre è di scena lo spettacolo Bert Brecht Strasse, per la regia di Giancarlo Sammartano, con Claudio Trionfi, Ivano Cavaliere.

Bert Brecht Strasse ha una scrittura scenica ispirata all’opera teatrale, poetica, letteraria, civile e teoretica di Brecht, un omaggio al suo pensiero su arte e vita, all’utopia di una società del futuro e di una nuova democrazia dell’uguaglianza. Orari: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17. Info e prenotazioni: offofftheatre.biglietteria@gmail.com

Teatro Marconi, dal 31 ottobre al 17 novembre, solo dal giovedì alla domenica: “Uscita d’emergenza”, di Manlio Santanelli, con Felice Della Corte e Roberto d’Alessandro, diretto da Claudio Boccaccini. In scena uno dei testi più conosciuti della drammaturgia contemporanea, definito da molti un “Aspettando Godot napoletano”. Orari: sabato ore 21, domenica ore 17.30. Info e prenotazioni 06.5943554 – info@teatromarconi.it e www.teatromarconi.it

USCITA D'EMERGENZA (C) TEATRO MARCONI
USCITA D’EMERGENZA (C) TEATRO MARCONI

Teatro Palladium e Teatro  Vascello. Prende il via sabato 2 novembre, fino all’11 dicembre,  la 21esima edizione della rassegna musicale e  teatrale  “Flautissimo“. Dopo la “due giorni” con i migliori flautisti al mondo (Emmanuel Pahud, Silvia Careddu, Philippe Bernold) quest’anno nel  programma anche  tante prime assolute con Francesco Piccolo, Massimo Popolizio, Peppe Servillo, Giancarlo De Cataldo.

Segnaliamo, tra i prossimi appuntamenti, mercoledì 6 novembre alle 21, al Vascello, Le illusioni perdute, in prima assoluta, drammaturgia su “Le illusioni perdute” e “Splendori e miserie delle cortigiane” di Honoré de Balzac, con Giancarlo De Cataldo; musiche eseguite dal vivo da Rita MarcotulliI.  

RITA MARCOTULLI (C) TEATRO PALLADIUM
RITA MARCOTULLI (C) TEATRO PALLADIUM

Info: segreteria@ accademiaitalianadelflauto.it

Teatro Manzoni di Roma. dal 31 ottobre al 24 novembre, dal martedì al sabato ore 21, “Ricette d’amore”, di Cinzia Berni, con Patrizia Pellegrino   Matilde Brandi e con Ascanio Pacelli, regia di Diego Ruiz. Uno spaccato sul mondo femminile. Quattro donne, molto diverse tra loro si contendono lo stesso uomo. Info:  https://www.teatromanzoni.info/

Teatro de’ Servi. dal 4 al 6 novembre, ore 21: debutto di “Mein kampf Kabarett“, di George Tabori, racconto su un giovane Adolf Hitler arrivato a Vienna per tentare l’esame di ammissione all’Accademia di Belle Arti di Vienna. Con Giovanni Arezzo e Francesco Bernava, Egle Doria, regia di Nicola Alberto Orofino. Info: www.teatroservi.it

Piccolo Eliseo. Dall’1 al 3 novembre alle  21, Gianluca Merolli torna a dirigere Stranieri di Antonio Tarantino, con Francesco Biscione, Paola Sambo, Gianluca Merolli, Antonio Tarantino. Protagonista un uomo ossessionato dallo “straniero”. Barricato nella sua casa d’oro, pronto a difendersi da chiunque voglia ferire la sua solitudine: sia costui venditore, ladro, avventore, fedele di un dio sbagliato… di sicuro è uno straniero. A bussare alla sua porta insistentemente però sono la moglie e il figlio dell’uomo…

Info: biglietteria@teatroeliseo.com

STRANIERI (C) TEATRO PICCOLO ELISEO I LUOGHI DI PASOLINI
STRANIERI (C) TEATRO PICCOLO ELISEO

Teatro della Cometa. In scena dal 30 ottobre al 10 novembre “Ferdinando“, di Annibale Ruccello, protagonisti Gea Martire, Chiara Baffi. Protagonisti una baronessa borbonica e la sua parente povera alle prese con un parroco coinvolto in intrallazzi politici e l’affascinante nipote della nobildonna che compare nella noiosa vita delle due donne e getta scompiglio.Orari: dal martedì al venerdì ore 21,  sabato doppia replica ore 17 e ore 21, domenica ore 17. Orario prenotazioni, vendita biglietti e info per apericena:  06 6784380.

San Genesio. Dal 28 ottobre scorso è in scena l’opera giovanile di Fedor Dostoevskij, “Le notti bianche”, nella trasposizione drammaturgica di Claudio Capecelatro, qui anche regista e interprete, insieme ad Elisa Becce. Fino al 3 novembre, dal lunedì al sabato ore 21; domenica ore 17. Info e prenotazioni 063223432 / 3470619618 e info@teatrosangenesio.it

THE PHILANDERER (C) TEATRO SAN GENESIO
THE PHILANDERER (C) TEATRO SAN GENESIO

Sempre al San Genesio la commedia in lingua inglese “The Philanderer” di George Bernard Shaw, in scena dal 5 al 10 novembre. Presentata dalla compagnia filantropica The Rome Savoyards/Plays in Rome, la dinamica e sagace commedia è diretta dalla regista Sandra Provost, che porta sul palco otto interpreti di diverse nazionalità. Nel cast: Edoardo Camponeschi, Camilla Mazzitelli, Fabiana De Rose. Orari: da martedì 5 a venerdì 8 ore 20.30; sabato 9 e domenica 10 ore 17.30. Info e prenotazioni: playsinrome@yahoo.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA