Arte e Intrattenimento

I Thegiornalisti si sono sciolti: e gli altri due?

Adv

I Thegiornalisti si sono sciolti, ieri, dieci giorni dopo il concerto evento al Circo Massimo. A dare la notizia, ormai lo sanno tutti, proprio il leader del gruppo, Tommaso Paradiso, ieri sera su Instagram (se non avete letto le sue parole ve le riportiamo più giù in questo articolo).

I Thegiornalisti si sono sciolti. La notizia della tarda serata di ieri è però che i Thegiornalisti parlano anche senza Tommaso Paradiso. Esistono e sono esistiti in tutti questi anni. Hanno due nomi, due volti che ora possiamo conoscere, su cui ora possiamo concentrarci, hanno un carattere, un libero arbitrio, camminano da soli.
Vi presentiamo i nuovi Thegiornalisti: si chiamano Marco Primavera e Marco Antonio “Rissa” Musella (se mentre leggete i loro nomi, magari per la prima volta, potete ascoltare questa canzone mi fate un regalo). Sono i Thenuovigiornalisti, Marco&Marco.

Proprio Marco “Rissa” (chitarrista) non ha fatto tardare la sua replica a quanto annunciato poco prima da Tommaso Paradiso:

I Thegiornalisti si sono sciolti

Come la sua risposta, anche i “problemi” non tardano ad arrivare:

I Thegiornalisti si sono sciolti: e gli altri due?


Ci sorge quindi una domanda: riusciranno i nostri eroi a sopravvivere alla dipartita di Tommaso?
Guardando alla storia, le probabilità ahimè non sono molte.

Attendiamo sviluppi. Attendiamo e auguriamo a Marco&Marco di togliersi di dosso l’etichetta di aiutanti di Mitch Buchannon in Baywatch:

Nel frattempo, come promesso ecco le parole di Tommaso Paradiso usate per dirci che sì, i suoi Thegiornalisti si sono sciolti.

I Thegiornalisti si sono sciolti
I Thegiornalisti si sono sciolti
I Thegiornalisti si sono sciolti
I Thegiornalisti si sono sciolti
I Thegiornalisti si sono sciolti

Adv
Adv

Francesca Paderi

Torinese di nascita ma proveniente da un mix di Calabria, Sardegna, Veneto, Austria. Dopo la mia Laurea in Lingue e Letterature Straniere all’università di Torino mi sono trasferita a Londra dove ho avuto modo di conoscere artisti emergenti dei generi più diversi. È nata così la mia passione per la musica indie. Amo approfondire la storia che c’è dietro una canzone e amo condividere le mie scoperte, farlo attraverso Metropolitan Magazine è una soddisfazione.
Adv
Back to top button