Calcio

Iemmello show: la stagione da urlo di “Re Pietro”

Iemmello, una stagione strepitosa. Numeri da record per l’attaccante calabrese con la maglia del Perugia. Qualora il campionato dovesse concludersi (per ora regna solo una grande incertezza) le residue speranze del Grifone di raggiungere i play-off passano per i suoi gol. Ripercorriamo le tappe salienti della carriera di “Re Pietro”.

Iemmello, dagli esordi al Foggia

Pietro Iemmello coltiva la passione per il calcio fin da bambino. Fino a 14 anni gioca nella squadra della sua città natale, Catanzaro, dopodiché approda nelle giovanili della Fiorentina. L’attaccante classe ’92 vestirà la maglia viola dal 2006 al 2011, dove vincerà un Campionato Allievi Nazionali e una Coppa Italia Primavera.

Nell’estate 2011 viene ceduto in prestito biennale con diritto di riscatto alla Pro Vercelli, dove giocherà per due stagioni. Nell’esperienza con i Biancocrociati, Iemmello segnerà 13 reti in 60 presenze.

Nel 2013, al termine della sessione estiva di calciomercato, viene ceduto allo Spezia. I liguri gireranno l’attaccante in prestito dapprima al Novara e poi nuovamente alla Pro Vercelli. In entrambi i casi il giocatore non avrà molte occasioni per mettersi in mostra. Nell’estate del 2014 gli Aquilotti decidono di girare Iemmello in prestito al Foggia. L’esperienza con i Satanelli sarà ben più prolifica: 16 reti in 35 presenze.

Tornato allo Spezia nell’estate successiva, viene dapprima girato in prestito al Lanciano, dopodiché torna nuovamente al Foggia nel mese di agosto. La seconda esperienza con la maglia rossonera può essere considerata come l’età dell’oro della carriera di Iemmello. L’attaccante totalizzerà 32 presenze, condite da 24 gol, aggiudicandosi il titolo di capocannoniere del torneo. Vincerà inoltre la Coppa Italia Lega Pro e sfiorerà la promozione in Serie B nei play-off contro il Pisa. Fu in quegli anni che il giocatore si guadagnerà il soprannome di “Re Pietro”.

Dall’esperienza in Serie A al Perugia

Il 31 agosto 2016 Iemmello viene acquistato a titolo definitivo dal Sassuolo, con cui debutterà in Serie A. L’avventura con i neroverdi non sarà certo entusiasmante: 5 reti in 17 presenze. Da segnalare però la doppietta nella gara contro l’Inter. L’anno successivo Iemmello approda al Benevento, nella prima storica partecipazione degli Stregoni alla Serie A. Una stagione nella quale non riuscirà ad avere molto spazio, culminata con l’inevitabile retrocessione dei giallorossi.

Nell’estate 2018 tornerà al Foggia per la terza volta. Questa volta, però, l’esperienza sarà molto meno entusiasmante: 7 reti in 26 presenze, che però non basteranno ad evitare la retrocessione dei pugliesi.

Il 16 luglio 2019 viene ceduto in prestito con obbligo di riscatto al Perugia. Finora Iemmello ha disputato una stagione superlativa: capocannoniere del torneo cadetto con 17 reti. Il Grifone ha interrotto la striscia negativa grazie alla vittoria di misura contro la Salernitana, prima della sospensione dei campionati italiani. Ora l’emergenza Coronavirus non consente di prevedere quale sarà la sorte della Serie B 2019/20. Solo una cosa resta certa: le speranze play-off del Perugia passano attraverso i gol di “Re Pietro”.

Foto: Getty Images

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine Italia

Adv
Adv
Adv
Back to top button