Musica

Igor Strawinsky, da studente di legge a compositore di successo

Igor Strawinsky nasce a Oranienbaum (Russia) il 17 giugno 1882. Si avvicina alla musica e alla composizione senza troppo entusiasmo solo dopo i vent’anni. Questo perché diede precedenza allo studio di discipline economiche e giuridiche. Igor si appassiona alla composizione musicale grazie a Nikolaj Rimskij-Korssakov, che lo segue fino alla propria morte, avvenuta nel 1908.

Le sue prime opere sono Feux d’artifice e lo Scherzo Fantastique, due lavori molto apprezzati dall’impresario teatrale russo Serghei Diaghilev, anima dei Balletti russi e dal pubblico francese. Se all’inizio è impiegato solo come arrangiatore delle musiche di Chopin per Les Sylphides, a partire dal 1910 le cose cambiano. Presenta infatti un lavoro tutto suo: il lavoro è ‘l’uccello di fuoco’, grande ammirazione da parte del pubblico che va in visibilio.

Le prime opere di Igor Strawinsky

La Francia lo ama, anche Petrushka (1911), splendida favola russa della vicenda di amore e sangue tra la ballerina. Petrushka e il moro, riscuote molto successo, ma la composizione successiva, del 1913, ‘sacre du printemps’ divide in due l’opinione pubblica francese. Bernard Deyries afferma “Igor Stravinsky non si limita a voltare una pagina della storia della musica: la strappa“.

Strawinsky è un artista poliedrico che riesce a passare dal neoclassicismo di Apollo Musagete alle sperimentazioni dodecafoniche del Canticum Sacrum ad honorem Sancti Marci. La musica è la sua vita, lavora facilmente tanto per la comunità russa di Nizza (l’Ave Maria, il Pater Noster, il Credo, tutti permeati di una semplicità e una lucidità quasi palestriniani) quanto per gli elefanti del circo Barnum (la ‘Circus Polka‘) senza disdegnare niente e nessuno.

Ricordiamo alcuni dei suoi capolavori come ‘La carriera di un libertino’, ‘Persephone’, ‘Oedipus rex’, oppure i balletti, le sinfonie, le composizioni da camera. Il famoso Ebony Concerto, per clarinetto e orchestra. Grazie alla Columbia Records realizza molte incisioni. Ricordiamo che la fama di Strawinsky è certamente legata all’apparizione della ‘Danza dell’adolescente’ (dalla Sacre du printemps) in un celeberrimo episodio del film Disney ‘Fantasia’. Igor Stravinsky muore di infarto nel suo appartamento di New York, il 6 aprile 1971, all’età di 88 anni.

Fabia Tonazzi

Seguici su

FacebookInstagram, MetròLa Rivista Metropolitan Magazine N2

Back to top button