Nella settimana gara su iGP Manager, in Canada, Silvestri conquista il successo con una prova di forza. Arrighetti strappa al penultimo giro il secondo posto a Pecorelli.

iGP Manager Canada Gara – Doveva essere la gara del riscatto per molti team, lo è stata indubbiamente per I-Gp Official. Le verdiarancio ritrovano l’appuntamento con la vittoria grazie a Silvestri, partito dalle retrovie e vittorioso con una strategia a dir poco perfetta. Bene la Motorsport Metropolitan con la prima guida, Pecorelli, reo di aver tentato sino all’ultimo di rovinare la festa di I-Gp Official. Flop, tuttavia, negli ultimi giri, perché la BMW Sauber di Arrighetti scippa clamorosamente il secondo posto a Pecorelli, a due giri dalla fine.

iGP Manager Canada Gara
La classifica del campionato dopo il Gran Premio del Canada – Photo Credit: v.s. (MMI)

In classifica costruttori, I-Gp Official mantiene le distanze da BMW Sauber. Le Alfa Zullo tornano con Orlando in zona punti; bottino misero, nonostante le qualifiche, per Gallo Racine ed entrambe le Winner. Williams, a punti con Migliore, sembra aver trovato un primo feeling con il nuovo assetto. Da dimenticare la gara di Rizzoli, solo quinto; in classifica piloti, Arrighetti scappa via a quota +20.

iGP Manager Canada Gara – Il resoconto

Nel circuito di Montreal, una delle tappe più suggestive del campionato, le basse temperature spingono i manager all’ardua scelta gomme nel pregara. Sono, infatti, undici i piloti scelgono di partire con la SS. Berlusconi conquista la pole per il team Winner, ma anche il suo compagno, Boffo, si piazza in seconda fila. Pecorelli conquista la sesta posizione in qualifica, mentre I-Gp Official e BMW Sauber scelgono di partire con gomma gialla.

La classifica del Gran Premio del Canada – Photo Credit: v.s. (MMI)

Come risaputo in Metropolitan I-Gp, partire davanti non sempre costituisce un vantaggio. Il Canada ne è chiaro esempio: dopo pochi giri, è facile notare come la gomma gialla sia in realtà più prestazionale della rossa. Questo grattacapo costringe ben presto i migliori team in qualifica – Winner, Gallo, Williams e Missionlosenow – a ripiegare con nuove mosse dettate dal muretto box.

Clicca sul link per rivedere il podcast con telecronaca del Gran Premio del Canada

Nelle fasi iniziali, dopo la partenza, le posizioni restano pressoché invariate. Rizzoli deve scontare qualche difficoltà in più; la sua I-Gp Official fatica a mandare in temperatura la gialla, relegando la monoposto verdearancio nel traffico. Berlusconi mantiene nel primo stint un discreto vantaggio, ma allungare sugli inseguitori risulta difficile. Dopo 6 giri, i primi 12 piloti sono racchiusi in soli tre secondi.

Si rivela, in Canada, essenziale l’utilizzo dell’ala mobile. Il lunghissimo rettilineo prima del Wall of Champions è terreno ideale per sorpassare sul dritto; la maggior parte dei sorpassi avverrà qui, di fatto. La percorrenza successiva ad alta velocità, sfiorando il Muro dei Campioni, consente spesso ai piloti di chiudere la porta agli agguerriti avversari.

iGP Manager Canada Gara
La griglia di partenza del Gran Premio del Canada – Photo Credit: I-Gp Manager

L’equilibrio nel passo gara è un fattore predominante in Canada, perché a parte Missionlosenow e Rocket, nessun team sembra prevalere in tali termini. Si gioca, allora, la partita delle strategie. Il primo a fermarsi sarà Berlusconi, dopo aver percorso otto giri con gomma SS. Purtroppo il leader perderà diverse posizioni in seguito alle due soste, perché la pista evolve rapidamente a favore della S. Inoltre, la caratteristica corsia d’uscita dalla pit lane incide in maniera oggettiva sull’undercut.

Di fatto, si esce dai box a velocità molto alta, rientrando in pista all’ingresso di curva 2. Si tratta di un punto molto lento per i piloti in pista, tanto che chi esce dalla pit lane si ritrova a guadagnare tantissimo terreno sui piloti davanti. Inoltre, la strategia premia infine chi si fermerà il più tardi possibile; Silvestri si troverà clamorosamente davanti a Boffo in questo modo, conquistando la leadership.

Sullo stesso trend della iGP Official risulteranno anche BMW Sauber e Motorsport Metropolitan, abili ad intuire rapidamente l’evoluzione del tracciato. Molto bravi i meccanici di Pecorelli al giro 13, più veloci della Williams nel cambio gomme; Pecorelli sorpasserà Migliore ai box.

Quanto traffico nei primi giri – Photo Credit: I-Gp Manager

La seconda parte di gara offre spunti impressionanti, soprattutto nella ormai consueta bagarre nel terzo settore. Risulta la media la gomma ideale nel terzo stint, dal momento che con questa i tempi si aggirano addirittura sull’1.15 alto. La vittoria di Silvestri è fuori discussione già a 7 giri dalla fine, ma Pecorelli, alla terzultima tornata, si ritrova con gomma gialla attaccato da Arrighetti.

Succede qualcosa di incredibile, perché, con medesimo livello di boost utilizzabile, Arrighetti passa Pecorelli prima di curva 1. La MMI tuttavia sbaglia, in quanto Pecorelli attiva la rimanenza di boost in percorrenza di curva 1, non riuscendo a controsorpassare la BMW. Con un colpo di coda straordinario, Arrighetti accompagnerà Silvestri al traguardo; la lotta campionato tra BMW e I-Gp Official è solo all’inizio.

iGP Manager Canada Gara – Le interviste ai box

Festa grande in casa I-Gp Official Team, grazie alla prima vittoria in assoluto portata a casa da Silvestri.

Archiviato lo strano risultato di Montecarlo, ieri siamo tornati a correre su una pista più adatta alle nostre monoposto. Ottima la gara di Silvestri anche se la strategia probabilmente andava migliorata soprattutto nel secondo stint, ma il passo gara ha comunque premiato finalmente il nostro pilota. Peccato per Rizzoli che ha ottenuto alla fine un buon 5° posto ma ha avuto una gara molto complicata. Si é trovato nel traffico e difficilmente ha avuto la possibilità di avere qualche giro pulito da prendere un po’ di margine. Complimenti al team che ha lavorato bene in questa settimana. Complimenti al team Bmw per l’ottimo risultato e al team Metropolitan che mi aspettavo più vicino nel finale di gara ma comunque ha ottenuto un ottimo podio” – Jarno Trulli, manager di I-Gp Manager Official Team

Il sorpasso pazzesco di Arrighetti su Pecorelli – Photo Credit: I-Gp Manager

Pecorelli centra ancora una volta il terzo posto con Pecorelli. Quali miglioramenti in futuro porterà Motorsport Metropolitan, per conquistare il primo successo in campionato?

“Siamo molto contenti del risultato ottenuto in questo weekend. Gli aggiornamenti al motore hanno portato i risultati sperati, facendo migliorare molto il nostro passo gara che è sempre stato il nostro punto debole. La gara è stata condizionata molto dell’alta presenza di piloti con la SuperSoft alla partenza che ha permesso a chi partiva con la Soft di rimanere vicino ed effettuare l’overcut. È stato sicuramente bravissimo Silvestri che ha sempre avuto un gran passo, così come Arrighetti che aiutandosi con il DRS di Ciampi ci ha raggiunto nello stint centrale. Da Team Principal mi ha molto sorpreso la velocità di Pecorelli nell’ultimo stint; dall’esperienza dello stint precedente sapevamo che la Soft potesse durare al massimo 12 giri con una velocità accettabile, ma lui è stato bravissimo e ci ha permesso di gestire il terzo posto, non potendo nulla con chi aveva la Media nel fine gara” Vincenzo Simonelli, team principal di Motorsport Metropolitan

Infine, il commento di Federico Vella, manager di BMW Sauber F1 Team.

“Sapevamo che il gran premio non sarebbe stato semplice ma c’è l’abbiamo messa tutta, siamo contenti del risultato ed anche soddisfatti di entrambi i piloti che hanno fatto un’ottima prestazione” Federico Vella, team principal di BMW Sauber

SEGUICI SU :