Cultura

Il 29 settembre 1974 nasceva Miguel de Cervantes, l’autore del celebre “Don Chisciotte della Mancia”

Il 29 settembre 1974 è nato Miguel Cervantes, l’autore del celebre romanzo Don Chisciotte della Mancia, oltre ad una serie di altre opere letterarie di vasto pregio.

La vita di Miguel de Cervantes

Miguel de cervantes photo credits wikipedia
Miguel de cervantes



Molto spesso di sente parlare dell’opera del Don Chisciotte, senza sapere cosa si cela dietro la vita del suo autore. Miguel De Cervantes, figlio di un medico, ha dovuto abbandonare il suo paese di origine, la Spagna, quando era molto giovane. Trasferitosi in Italia, ha combattuto la battaglia di Lepanto a soli 24 anni. Questo scontro è avvenuto il 7 ottobre 1571, durante la guerra di Cipro, tra la flotta musulmana dell’Impero ottomano e quella cristiana sotto il comando di Don Giovanni d’Austria. Il riferimento alla battaglia di Lepanto è contenuto nell’opera più famosa di Miguel de Cervantes. Nel prologo del “Don Chisciotte”, l’autore mostra tutto il suo orgoglio nell’ aver partecipato alla battaglia. Il “Don Chisciotte” non è l’unica opera scritta da Miguel de Cervantes. Il patrimonio letterario di questo autore è molto vasto. Alcune delle sue opere sono La Galatea, Novelas ejemplare, Viaje del Parnaso, Segunda parte del ingenioso caballero don Quijote de La Mancha.

Nonostante la vastità delle sue opere,de Cervantes viene spesso associato al suo romanzo più celebre.
Don Chisciotte della Mancia” narra la storia di Alonso Quijano, un cinquantenne che “perde la testa” dopo aver letto una quantità spropositata di libri sui cavalieri, finendo per credere di essere egli stesso uno di loro. Il protagonista si convince quindi di dover salvare il mondo dalle ingiustizie, ma si scontra solo con una serie di mulini a vento. Il capitolo in questione serve a descrivere la visione del mondo di Don Chisciotte che è completamente distorta da quella reale. La sua battaglia contro i mulini a vento rappresenta l’eterna lotta contro le illusioni.

Sonia Faseli

Segui su Google News

Back to top button