Cinema

“Il cosmo sul comò”, il messaggio di Aldo, Giovanni e Giacomo

Nel Natale del 2008, usciva nelle sale italiane il nuovo film del trio comico formato da Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti. Il titolo enigmatico, “Il cosmo sul comò”, è in realtà la morale che si nasconde dietro gli episodi che compongono il film, in onda questa sera, 16 giugno, su Italia 1. Vediamo cosa hanno voluto dirci Aldo, Giovanni e Giacomo.

Saggezza all’ombra di un Ginkgo Biloba

Il film è composto da quattro episodi slegati tra loro. A fargli da cornice è un siparietto in cui il vecchio maestro Tsu Nam (interpretato da Giovanni), all’ombra di un Ginkgo Biloba, medita ed esprime pillole di saggezza ai suoi discepoli, Puk e Pin, interpretati da Aldo e Giacomo. Quando lo fa, percuote il “Sacro Gong della Saggezza” provocando disastri naturali in tutto il mondo.

Gli episodi de “Il cosmo sul comò”

Milano Beach: agosto, in una Milano quasi deserta Aldo, Giovanni e Giacomo stanno per partire per le vacanze estive con le rispettive famiglie, verso mete differenti per ognuno. Dopo una serie di peripezie, però, i tre uomini si ritroveranno a passare l’estate bivaccando all’interno dello stadio Meazza a Milano, facendo finta di essere in campeggio.

L’autobus del peccato: Don Bruno e il suo aiutante Mario avrebbero bisogno di un miracolo per rimettere in piedi la fatiscente chiesa in cui operano. Amico dei due è Beniamino, talmente timido da non riuscire a dichiararsi alla ragazza di cui è innamorato. Una valigetta piena di banconote da 500 euro cambierà le loro sorti, non senza qualche crisi spirituale.

Falsi prigionieri: Come in Harry Potter, i quadri di un castello prendono vita, ma solo quando non ci sono umani in vista. Il quadro di Aldo vuole andare a trovare il quadro di Maria Antonietta, Giovanni prova a raggiungere la Dama con L’Ermellino, mentre Giacomo riceve a sua volta una visita romantica, ma poco apprezzata. Questo episodio è stato il più sudato del film, per via del lungo lavoro di post-produzione. Ricordiamoci che era il 2008 e che in Italia non era una tecnica ampiamente utilizzata.

Temperatura basale: nell’ultimo episodio della raccolta, Aldo, Giovanni e Giacomo sono tre amici che si incontrano puntualmente per il calcetto. Aldo e Giovanni sono genitori felici: tre figli per Aldo, due per Giovanni. Giacomo e sua moglie, invece, hanno delle difficoltà nel concepire. La coppia sperimenta di tutto pur di riuscire ad avere un bambino, dalla medicina ayurvedica alla fecondazione artificiale. Niente sembra riuscire, nemmeno il controllo della temperatura basale della moglie, che per essere ottimale deve essere a 38 gradi. Un giorno, Giacomo sente dei lamenti provenire da un cassonetto dell’immondizia: due neonati sono stati abbandonati tra i rifiuti e Giacomo decide di portarli con sé e adottarli.

La saggezza a portata di mano

Episodi diversi tra loro, storie diverse e diversi problemi da affrontare. Hanno una cosa in comune però, ed è proprio ciò di cui parla il maestro Tsu Nam: la capacità di risolvere i problemi, tante volte cerchiamo perle di saggezza e risposte in luoghi lontani, quando basterebbe avere fiducia in sé stessi, e le risposte sarebbero a portata di mano. Un po’ come avere “Il cosmo sul comò” e non rendersene conto.

Vera Martinez

Adv
Adv
Adv
Back to top button