Il golf (non) è rilassante?

Ognuno di noi ha il proprio modo di rilassarsi come passeggiare in montagna, guardare la TV o qualsiasi altro passatempo che porti a un benessere psicofisico generale.
C’è chi riesce a rilassarsi giocando a golf: sappiate che quelle persone hanno tutta la mia stima.

Il golf è difficile

Considerando la complessità del gioco e di tutte le sue mille variabili, se viene preso in maniera competitiva sarà praticamente impossibile rilassarsi.
Si pensi a dover affrontare 18 buche medal, magari su un campo difficile con green veloci e rough alto, con delle aspettative di uno score in testa quando poi, puntualmente, dopo svariati bogey e doppi bogey, ci si ritrova a dover fare i conti con la realtà.
L’arrabbiatura incombe puntualmente dopo ogni colpo rovinando così l’umore della giornata.
Visto da questo punto di vista il golf è tutt’altro che rilassante.

Il golf “amatoriale”

Si provi ad andare a seguire una gara di circolo, magari dopo 9 buche, si potrà notare quanti giocatori sono rilassati e quanti in “sbattimento”. Nonostante ci si stia giocando solo per la coppa o per l’onore quasi tutti i golfisti tirano fuori il peggio di loro stessi (sportivamente parlando) quando intraprendono le 18 buche. Non ci sarà praticamente nessuno intento a rilassarsi, anzi…

Un golfista deluso
(Credit: nationalclubgolfer.com)

Il golf professionistico

Quando giocare a golf è la tua professione ed è da qui che guadagni “la pagnotta” rilassarsi in campo sarà solo un sogno. Giocare sotto pressione in gara contro giocatori di altissimo livello pronti a dare tutto per essere i migliori non porta sicuramente uno stato di tranquillità mentale. Anche in allenamento l’attenzione deve essere posta alla pratica senza alcuna distrazione. In questo lato del golf motivi per rilassarsi in campo non ce ne sono proprio.

Tyrrell Hatton in un momento di frustrazione
(Credit: golf.com)

Il golf è frustrante, non rilassante

Tralasciando la piccola fetta di giocatori che si rilassano sul campo, viene da porre una domanda:” ma perché si continua a giocare se è così frustrante?”
Ed è proprio questa la bellezza di questo gioco: nonostante ci fa passare giornate intere con l’umore nero, si continuerà a giocare imperterriti, sicuramente senza rilassarci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA