Come si sono comportate le squadre nell’ultimo turno?

Premier League: Il vano tentativo di Roberto di intervenire sul gran tiro di Sigurdsson
Il vano tentativo di Roberto di intervenire sul gran tiro di Sigurdsson
(Credits to: standard.co.uk)

Dopo la sosta per le nazionali e le sorprese dell’ottava giornata, il weekend di Premier League ha preso il via sabato alle 13:30 con il match tra Everton e West Ham. Pronti-via e subito i padroni di casa si rendono pericolosi in zona gol, trovando il vantaggio già al 17′, ma sprecando però varie occasioni. In apertura di secondo tempo rischiano in più di un frangente e gli Hammers prendono fiducia, ma allo scadere, sfruttando bene una ripartenza, il neo entrato Sigurdsson segna un eurogol chiudendo i giochi.

Premier League: fortune alterne per le squadre di bassa classifica

Premier League: L'esultanza dei giovani Villans dopo la rete allo scadere che ha regalato loro 3 punti
L’esultanza dei giovani Villans dopo la rete allo scadere che ha regalato loro 3 punti
(Credits to: news365.co.za)

Tra le tante compagini che puntano ad una salvezza tranquilla impegnate sabato, vince soltanto l’Aston Villa che, con una buona prestazione, ispirata da un ottimo Grealish (Un gol e un assist per l’irlandese), ha la meglio sul Brighton per 2 a 1. Tra Bournemouth e Norwich, invece, pareggio senza reti e con poche emozioni. Guadagnano soltanto un punto anche Wolverhampton e Southampton: i ragazzi di Espirito Santo soffrono più del dovuto e si vedono annullare 2 reti, ma riescono a chiudere il match sul”1 a 1, recuperando il vantaggio dei Saints.

Premier League: i risultati nella parte alta della classifica

Premier League: La scritta "NO GOAL" sul tabellone del Tottenham Hotspur Stadium dopo la rete di Alli, anche se in realtà il gol è stato convalidato
La scritta “NO GOAL” sul tabellone del Tottenham Hotspur Stadium dopo la rete di Alli, anche se in realtà il gol è stato convalidato
(Credits to: foxsports.it)

Tra le tante partite delle 16:00, vittorie interne di misura per Chelsea e Leicester: i Blues dominano contro il Newcastle, ma faticano a trovare la via della rete, siglata soltanto al 73′, mentre le Foxes, grazie a due assist del giovane Barnes, ribaltano il gol in apertura del Burnley. Continua, invece, il periodo nero per il Tottenham, che strappa il pareggio a 5 minuti dalla fine contro il Watford, ancora ultimo in classifica e senza vittorie in Premier League. Meno di 3 ore più tardi, un’altra squadra “in crisi”, il Manchester City, inverte la rotta, ritrovando il gran gioco che la caratterizza e imponendosi per 2 a 0 sul campo del Crystal Palace.

Premier League: le big di domenica e lunedì

Premier League: La gioia di Rashford e compagni dopo la rete del vantaggio
La gioia di Rashford e compagni dopo la rete del vantaggio
(Credits to: standard. co.uk)

Nell’unico scontro della domenica, il Manchester United riesce nell’impresa di fermare il Liverpool dopo le 8 vittorie nelle prime 8 giornate. Inizio bloccato con i Red Devils molto aggressivi sui portatori di palla avversari, che portano a più palle perse rispetto al solito per i Reds: Rashford ne approfitta e trova la rete del vantaggio. Gli uomini di Klopp provano a reagire e crescono con il passare dei minuti, trovando finalmente il pareggio all’85’ che permette loro di rimanere imbattuti in Premier League. Nel Monday-Night, invece, l’Arsenal non sfrutta il maggior possesso palla e si divora occasioni da gol, cadendo malamente sul campo dello Sheffield, a cui basta la rete in apertura di match di Mousset per portarsi nella parte sinistra della classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA