CalcioSport

Il Sassuolo riparte dalle sue certezze

Se ad inizio stagione avessero detto ai tifosi del Sassuolo che la loro squadra a metà ottobre si fosse trovata nelle prime posizioni, pochi di certo ci avrebbero scommesso. E invece è così, dopo 8 giornate di campionato il -3 dall’Inter che si trova al terzo posto e i 13 punti attuali fanno ben sperare tutti i tifosi. Di certo, quest’estate, la proprietà ha piazzato anche un ottimo colpo in avanti: il ritorno in Italia di Kevin Prince Boateng che ha scelto proprio i neroverdi per tornare a riassaporare la nostra Serie A dopo l’esperienza nell’ultimo Milan che vinse lo scudetto.

In panchina, De Zerbi, è riuscito a portare freschezza e voglia di grandi cose. La vittoria, nella prima giornata di campionato, contro l’Inter infatti ha mostrato come gli uomini in campo siano ben coordinati e come la fase difensiva sia migliorata rispetto allo scorso anno. Boateng, Berardi e Di Francesco in avanti continuano a dare qualità e grandi giocate

Un calendario duro, però, nelle ultime giornate ha fatto tornare con i piedi per terra tutta la squadra: con Juventus, Milan e Napoli non sono arrivati punti ma solo una buona prestazione collettiva. La sconfitta sonora in casa contro i rossoneri forse è quella che ancora brucia di più, quattro goal subiti pesano e questo si è ritorto contro nella sfida del San Paolo contro il Napoli di Ancelotti.

Ma la pausa nazionali è capitata a pennello, la squadra di De Zerbi può recuperare energie e migliorare a livello psicologico tornando a quelli delle prime giornate. Nella prossima giornata di campionato, il Sassuolo dovrà vedersela in trasferta contro la Sampdoria che in casa difficilmente lascia punti.

Intanto è ufficiale il rinnovo del capitano Magnanelli fino al 2021, un amore neroverde che proseguirà

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

quindi per altri tre anni. Rinnovo importante anche per il tecnico De Zerbi fino al 2020 con un piccolo particolare: nel contratto non è stata inserita nessuna clausola.

Il tecnico, seguito dalle big del nostro campionato, può così lasciare la panchina del Sassuolo in qualsiasi momento senza che la società riceva alcun indennizzo.

Back to top button