Games

Immagica: il grimorio dell’immaginazione

Cosa c’è alla base di un incantesimo? Certamente gli ingredienti: mandragola, piume di pavone e quant’altro. Questo è Immagica, un grande calderone dove mescolare tra loro gli ingredienti più strani, dando forma alle magie più immaginifiche. La vera difficoltà? Decifrarli.

Immagica è un gioco creato da Olivier Mahy edito da dV Giochi, casa editrice italiana fondata nel 2001, giocabile dalle 2 alle 4 persone per una durata media di 20 minuti. Il gioco è adatto ad un pubblico dagli 8 anni in su.

Contenuto della scatola:

Immagica: contenuto della scatola – Foto di Dario Bettati
  • 96 carte incantesimo
  • 4 plance
  • 4 pennarelli cancellabili
  • 1 clessidra
  • manuale delle regole

Immagica – Come si gioca?

Immagica: preparazione – Foto di Dario Bettati

Ogni giocatore di Immagica si munirà di pennarello e plancia (dal lato colorato) con al centro la clessidra e le carte incantesimo. Ad ogni round ognuno pescherà la propria carta incantesimo sulla quale saranno riportate le “ricette” degli incantesimi, ossia le combinazioni di ingredienti. Tutti i giocatori, contemporaneamente uniranno, scrivendo col pennarello in dotazione, con delle linee gli ingredienti seguendo l’ordine riportato sulla propria carta; il più veloce a disegnare o a intuire il tipo di oggetto che mano a mano prenderà forma sotto i suoi occhi, lo scriverà nello spazio preposto (in alto a destra della plancia) girerà la clessidra e da quel momento gli avversari avranno 30 secondi di tempo per scrivere la loro risposta.

Immagica: fase di assegnazione punti – Foto di Dario Bettati

Se chi ha girato la clessidra per primo avrà indovinato l’oggetto guadagnerà 2 stelle (ma nel turno successivo dovrà giocare con la plancia girata sul lato in bianco e nero), ma se avrà sbagliato perderà una stella. Gli altri giocatori guadagneranno a loro volta una stella se la loro risposta sarà giusta, nulla se sbaglieranno ma non avranno penalità particolari.

Una volta girata la clessidra chi lo ha fatto non potrà cambiare la propria risposta e non sempre gli oggetti appariranno “dritti”, ossia a favore del verso di chi disegna.

Commento e valutazione

Immagica è un gioco apparentemente semplice che ricorda un “unisci i puntini” della Settimana Enigmistica in versione fantasy, ma che stimolerà i nostri riflessi, le nostre capacità cognitive e soprattutto testerà il nostro sangue freddo. Graficamente si presenta gradevole e le plance sono funzionali e “funzionanti”, infatti il pennarello si cancella molto bene e scorre fluido lungo la superficie. Un gioco stimolante capace di regalare anche momenti di grasse risate, soprattutto quando si osservano i propri “capolavori” o si sbaglia clamorosamente nell’identificazione dell’oggetto disegnato.

  • Punto di forza: le schede incantesimo tutorial attraverso il quale prendere confidenza con le meccaniche di gioco.
  • Punto debole: i simboli hanno tutti lo stesso posizionamento sulle plance, quindi un volta memorizzato lo schema la difficoltà diminuisce. Per fortuna le combinazioni sono molte.

Voti:

  • Idea: 6
  • Giocabilità: 7,5
  • Grafica: 7

Dario Bettati

!Seguiteci tramite la pagina Facebook e il nostro canale Instagram!

Dario Bettati

Laureato in Teorie e Pratiche dell’Antropologia e laureato magistrale in Discipline Etno-Antropologiche. Studioso e appassionato delle “declinazioni” più contemporanee e "Pop" della cultura e della società, divulgatore scientifico, ma soprattutto un grande e grosso NERD.
Back to top button