Economia

In arrivo due nuove navi ad idrogeno per MSC da Fincantieri

Firmato ieri un Memorandum of Agreement tra Fincantieri e Explora Journeys, brand di lusso della MSC, per la costruzione di due nuove navi ad idrogeno. Salirà quindi a sei il numero di unità navali della compagnia, con Explora V e Explora VI. I due vascelli saranno dotati di una nuova classe di motori LNG, gas naturale liquefatto, a basse emissioni e con un sistema innovativo di riciclo dell’idrogeno che ne aumenterà l’autonomia. Il nuovo lotto entreranno in servizio rispettivamente nel 2027 e nel 2028, mentre l’Explora III e IV, di precedente generazione, saranno aggiornate per usufruire di motori LNG. Inizierà a breve l’ingresso in cantiere delle nuove unità della flotta Explora Journeys.

Explora Journeys investe sui nuovi motori ad idrogeno per le navi: in cantiere le nuove Explora V e VI, in aggiornamento le passate Explora III e IV

In arrivo due nuove navi ad idrogeno per MSC da Fincantieri
L’Explora I, prima nave della flotta di lusso Explora Journeys, del gruppo MSC

Punta sull’aggiornamento la divisione di lusso dell’MSC, Explora Journeys. Firmato un MoA per l’ingresso in cantiere di due nuove navi dotate di una nuova generazione di motore ad idrogeno liquido, LNG. Il motore permetterà un impatto minore sull’ambiente, contribuendo a ridurre la notevole impronta di carbonio rilasciata dai vascelli da crociera MSC. Il gas naturale liquefatto, idrocarburo dalla combustione più pura – e quindi più efficiente – è fondamentalmente metano raffreddato fino al raggiungimento dello stato liquido, cosa che ne permette un stoccaggio e un utilizzo più sicuro e meno dispendioso, riducendo al contempo le emissioni di gas serra e aumentandone la densità energetica ottenuta.

L’Explora Journeys ha inoltre progettato l’aggiornamento per la generazione precedente delle navi della flotta di lusso, Explora III e IV. Disegnato, nel progetto, l’allungamento di una ventina di metri per l’introduzione del motore LNG. L’evoluzione del motore rappresenta un primato per il settore navale e soprattutto per la Divisione Crociere del gruppo MSC. La Fincantieri è il gruppo più importante d’Europa nella cantieristica navale: a confermarlo, proprio l’investimento di Explora. Il Presidente della Divisione Crociere MSC, Pierfrancesco Vago, ha dichiarato: “l’annuncio di oggi segna un ulteriore significativo passo in avanti verso il nostro obiettivo di raggiungere emissioni nette zero entro il 2050 in tutte le operazioni di crociera.” Si spiega così la scelta di investire sul combustibile marino più efficiente e pulito a disposizione.

Alberto Alessi

Seguici su Google News

Back to top button