Indycar: preview gp di Sonoma

Punteggio doppio e due piloti in lotta: con queste premesse l’Indycar arriva a Sonoma per l’ultimo atto di una fantastica stagione. 

Siamo giunti a Sonoma per l’epilogo di questa stagione Indycar, una stagione caratterizzata dalle nuove auto, dalla sfida Chevrolet-Honda, dalla lotta Dixon-Rossi e dall’asegnazione del titolo di Rookie of the year a Robert Wickens. Il pilota del Team Schmidt-Peterson è stato sottoposto a varie operazioni per ridurre le fratture agli arti inferiori e superiori ma ancora non si è stati in grado di stabilire l’entità della frattura spinale. Noi della redazione motori non possiamo che augurargli una pronta guarigione e ci associamo all’hashtag lanciato dalla sua fidanzata, la modella Karli Woods #GetWeelWickens.

Il tracciato di Sonoma è un circuito asfaltato comprendente anche un rettilineo per gare di accelerazione situato presso Sears Point, nella parte meridionale delle Sonoma Mountains, vicino a Sonoma (California). La pista è caratterizzata da una complessa serie di curve che si snodano su e giù dalle colline con un dislivello totale di circa 50 metri. Questo esalta enormemente l’abilità dei piloti e probabilmente non esiste posto migliore per una sfida di tale portata. 

Con la chiusura del Riverside International Raceway in California dopo la stagione 1988, la NASCAR, volendo una gara sulla west coast road per rimpiazzarla, scelse l’impianto di Sears Point. Nel 2002, il Sears Point Raceway fu rinominato in base al nome dello sponsor Infineon. Come succede spesso quando ad un impianto sportivo viene assegnato un nuovo nome, molta gente ha continuato a chiamare la pista col nome precedente. 

@Indycar
Circuito di Sonoma

La gara stradale all’Infineon Raceway era lunga 4.05 km, 12 curve, ma il tracciato venne modificato nel 1998, aggiungendo the Chute, un taglio che bypassava le curve 5 e 6, accorciando la corsa a 3.14 km. The Chute venne usata solo per gli eventi NASCAR come il Toyota/Save Mart 350, e venne criticata da molti piloti, che le preferivano il vecchio tracciato. Nel 2001 è stata sostituita da una curva a 70°, la 4A, che ha portato il tracciato alle sue dimensioni attuali. La maggior parte delle gare, inclusa il Grand American Road Racing Association’s Grand Prix of Sonoma, usano la pista completa, mentre l’American Motorcyclist Association e la Indy Racing League usano un tracciato modificato di 3.57 km,di 12 curve.

Questa configurazione, aperta nel 2003, salta le S e degli allunghi tra la curva 10 e la 11, per garantire maggiore sicurezza ai motociclisti, includendo una via di fuga alla curva 11 (la normale curva 11 non ha vie di fuga, è molto lenta ed assomiglia al Loews hairpin del Circuito di Montecarlo). Il circuito dispone anche di un rettilineo di 1/4 di miglio dove la NHRA (National Hot Rod Association) disputa gare d’accelerazione (drag racing), situato davanti al rettilineo della pista.

Dixon si presenta a Sonoma con un vantaggio di 29 punti su Rossi e hanno 3 vittorie a testa. Quindi facendo qualche conto, il neozelandese è campione se: 

  • Arriva 1 a prescindere dalla posizione di Rossi;
  • Se vince Rossi e Dixon arriva 3° ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa;
  • Se Rossi arriva 2° e Dixon non va oltre il 7°posto;
  • Se Rossi arriva 3° e Dixon non va oltre il 10°posto ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa;
  • Se Rossi arriva 4° e Dixon non va oltre il 13°posto ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa;
  • Se Rossi arriva 5° e Dixon non va oltre il 15°posto ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa;
  • Se Rossi arriva 6° e Dixon non va oltre il 17°posto ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa;
  • Se Rossi arriva 7° e Dixon non va oltre il 19°posto ottenendo la pole o compiendo più di un giro in testa.

Per essere sempre sul pezzo siamo arrivati anche su Telegram e Instagram; se vuoi rimanere sempre aggiornato sui motori:

  • Telegram: https://t.me/MMImotorsport
  • Instagram: https://www.instagram.com/motors.mmi/

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA