Esteri
Trending

Influencer russe distruggono le borse di Chanel per protesta

Sui social spopolano ora video di influencer russe che, per protestare contro le sanzioni dell’Occidente nei confronti della Russia, rovinano le loro borse Chanel. “Se un brand non ci rispetta, noi reagiamo”.

Influencer russe contro Chanel, “marchio russofobo”

Un nuovo tipo di patriottismo quello che si sta verificando sui social, ma pur sempre patriottismo.
Inizialmente le stelle dei social si sono limitate a criticare la decisione di Chanel ma ora hanno deciso di agire e di tagliare in diretta i costosi accessori.
Prima la patria, poi il lusso. Questo il messaggio che molte influencer russe vogliono lanciare.
Accade sul web, dove, da 48 ore, moltissime ragazze hanno postato video dove distruggono le loro borse Chanel. Il motivo? La maison francese ha escluso le clienti russe dall’acquisto, in applicazione del nuovo round di sanzioni. Il marchio non è solo accusato di aver chiuso le proprie boutique a Mosca, ma anche di discriminare i connazionali che vogliono fare acquisti all’estero.

Marina Ermoshkina, giornalista filo Cremlino, lancia un appello social.
“Una borsa non vale l’amore per la mia patria, sono contro la russofobia. Se sei d’accordo sostieni questa sfida”. E così facendo distrugge con un paio di cesoie la sua borsa Chanel.
Di lì a poco, anche la dj Katya Guseva si schiera risoluta contro l’Occidente, seguita dalla giornalista televisiva Victorya Bonya: “Non ho mai visto un brand così irrispettoso verso i propri clienti. Se Chanel non ci rispetta, perché noi dovremo rispettare Chanel?”. Queste le parole della giornalista.

Chanel ribadisce: “Stiamo semplicemente rispettando le sanzioni Ue“, che vietano la vendita di beni di lusso (di prezzo superiore ai 300 euro) in Russia o destinati alla Russia.
Ma l’atto patriottico delle influencer dimostra che Mosca non cede.

Beatrice D’Uffizi

Seguici anche su Instagram:  https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Adv

Related Articles

Back to top button