CalcioSport

Inter-Barcellona 1-2, nerazzurri eliminati

L’Inter gioca bene e spreca diverse opportunità. Dopo il vantaggio di C.Perez e il pareggio di Lukaku nel primo tempo, i nerazzurri premono nel secondo e creano diverse palle gol. La partita è vivace e combattuta, ma il Barcellona non regala nulla e gela l’Inter nel finale con il piccolo campioncino Ansu Fati. L’Inter è in Europa league.

Inter-Barcellona è una partita da dentro o fuori per gli uomini di Antonio Conte, impegnati in uno scontro decisivo, per il passaggio alla fase ad eliminazione diretta.

Inter-Barcellona: scontro fondamentale

Inter-Barcellona: gara fondamentale per la squadra di Conte contro i blaugrana, già qualificati alla prossima fase e primi nel girone. I nerazzurri devono vincere e passare il turno, per evitare un brusco scivolone in Europa league, come accaduto lo scorso anno all’ultima giornata. Conte dovrà superare lo scarso feeling avuto con l’Europa fin qui, mentre l’Inter è chiamato a superare una difficile prova di maturità, rilevante per la crescita del prestigio internazionale ed economico del club.

Le energie degli uomini di Conte sembrano essere, indubbiamente, concentrate sul campionato. Nell’ultima giornata, nonostante il pareggio contro la Roma, i milanesi hanno protetto il primato, approfittando della prima sconfitta stagionale dei rivali juventini. Nonostante ciò, dopo tanti anni di assenza, il passaggio del turno resta di vitale importanza per l’Inter e per il sergente Conte. Inoltre la retrocessione in Europa league non permetterebbe, di certo, un maggior beneficio dal punto di vista fisico per poter affrontare il campionato.

Risultati immagini per antonio conte ansa
PHOTO CREDITS: ANSA
Antonio Conte, chiamato a superare lo scarso feeling con le competizioni internazionali, per traghettare l’Inter agli ottavi.

Le assenze

Il Barcellona, primo in Liga insieme al Real Madrid, ha già ottenuto il primo posto e il passaggio del turno nel girone F con 11 punti. Gli spagnoli hanno blindato il primato con un secco +4 su Inter e Borussia Dortmund, che possono aspirare soltanto al secondo posto. Nessun recuperato tra le file nerazzurre per il match, saranno assenti: Asamoah, Barella, Sensi, Gagliardini e Sanchez.

Per problemi fisici e scelte tecniche, anche Valverde proporrà una formazione fortemente rimaneggiata. Non convocati Piquè, Arthur, Sergi Roberto, Dembelè e Messi, fresco del suo sesto pallone d’oro. Tanti giovani in campo e tanto turnover, dunque, per gli spagnoli.

Risultati immagini per messi ansa
PHOTO CREDITS: ANSA
Messi non convocato. Valverde ha dichiarato che l’argentino ha bisogno di riposo.

Inter-Barcellona: le formazioni

INTER (3-5-2): Handanovic, Godin, de Vrij, Skriniar, D’Ambrosio, Vecino, Brozovic, B.Valero, Biraghi, L.Martinez, Lukaku All A.Conte

BARCELLONA (5-3-2): Neto, Wague, Umtiti, Todibo, Lenglet, J.Firpo, Vidal, Rakitic, Alena, Griezmann, C.Perez All E.Valverde

ARBITRO: Kuipers (Olanda)

Cronaca

Stadio gremito a San Siro per Inter-Barcellona: presenti ben 71.818 spettatori. Pronti, partenza, via e subito Inter pericolosa: al 5′ B.Valero libera perfettamente D’Ambrosio, la conclusione del terzino finisce alta. Dopo una buona partenza nerazzurra, con il gol annullato a Lukaku, arriva la risposta blaugrana. Al 9′ C.Perez pericolosissimo con una conclusione diagonale, Handanovic respinge ed evita problemi ulteriori con la complicità di de Vrij. Un minuto dopo, si fa avanti nuovamente la squadra di casa con una bella azione personale di Lukaku, il cui sinistro viene, però, murato dalla chiusura decisiva di Lenglet.

I nerazzurri continuano a premere e a giocare bene, dopo un’occasione con Vecino, arriva l’azione del possibile vantaggio sul mancino di Biraghi, l’ex Fiorentina impegna Neto con un buon sinistro. Al 23′ arriva, però, l’inaspettato vantaggio del Barcellona: Griezmann premia l’inserimento di Vidal, anticipato da Godin, sul pallone vagante interviene C.Perez, che batte Handanovic e segna lo 0-1.

Pochi minuti dopo, arriva il possibile colpo del k.o per i nerazurri, ma Lenglet spreca da ottima posizione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Successivamente, il difensore francese viene anche ammonito. L’Inter torna in pressione, in una partita frenetica e divertente, Lautaro impegna Neto, costringendolo alla deviazione in corner. Al 37′ è ancora D’Ambrosio ad avere un’ottima palla per il possibile pareggio, ma il difensore italiano spreca di testa.

Al 44′ arriva il pareggio dell’Inter: Lautaro protegge palla dall’attacco di Todibo, servendo l’accorrente Lukaku, il belga batte Neto con una rasoiata vincente. Dopo un primo tempo vibrante e ricco di opportunità, si va negli spogliatoi sul risultato di parità.

PHOTO CREDITS: Pagina FB Inter

Secondo tempo

Inizia la seconda frazione di gioco, senza sostituzioni per entrambe le squadre. Il Barcellona continua a disputare un’ottima partita, dimostrando di non voler concedere nulla all’Inter. Intanto, J.Firpo viene ammonito. La prima opportunità del secondo tempo arriva sul piede sinistro di Griezmann, il francese costringe Handanovic ad una difficile parata con un bel tiro in diagonale. Immediata la risposta dei ragazzi di Conte, ottima azione in sfondamento di Lukaku, che dopo essersi liberato, calcia sul portiere, sprecando un’ottima opportunità.

Il Barcellona fa sul serio: dentro de Jong e Suàrez, fuori Rakitic e Griezmann. Poco dopo, ancora una volta Lukaku spreca il possibile gol del vantaggio, non riuscendo a superare il portiere, si allunga il pallone. Risponde colpo su colpo il Barca, Vidal strozza troppo la conclusione da buona posizione. Conte mette in campo forze fresche: dentro Lazaro, fuori Biraghi. Al 72′ magia di Lautaro, l’argentino salta l’avversario con uno splendido sombrero, ma non trova la porta, pallone di poco al lato.

Minuti di assalto nerazzurro, prima Lukaku scalda i guantoni di Neto, poi Lautaro trova il gol, annullato per fuorigioco. Conte prova ad infoltire l’attacco: dentro Politano ed Esposito, fuori D’Ambrosio e B.Valero. Sul forcing finale dell’Inter, Valverde inserisce Ansu Fati, fuori C.Perez. Il giovanissimo guineense gela San Siro a pochi minuti dal suo ingresso, con un belissimo tiro ad incrociare, dopo la sponda di Suarez, dal limite dell’area, palo-gol e 1-2.

Sul finale l’Inter è nervosa e perde gli equilibri, ammoniti de Vrij e Godin. Dopo un’ottima opportunità per Lautaro e i 4′ di recupero, termina il match. L’Inter, pur disputando un’ottima partita, viene eliminata, Conte deve accontentarsi dell’Europa league.

Adv

Related Articles

Back to top button