Calcio

Inter-Bologna, Thiago Motta arrabbiato in conferenza stampa

Dopo il pesante 6-1 incassato dal Bologna per mano dell’Inter l’ex Thiago Motta è ovviamente arrabbiato e non lo nasconde neanche davanti ai giornalisti presenti in conferenza stampa, che lo hanno intervistato su svariati temi inerenti il match disputatosi ieri sera a San Siro.

Le dichiarazioni di mister Thiago Motta

Thiago Motta (Credit foto - pagina Facebook SOS Fanta)
Thiago Motta (Credit foto – pagina Facebook SOS Fanta)

A riguardo della punizione del 2-1

“Per te era punizione quella del 2-1? In tv e anche dal campo non era punizione, questo è chiarissimo. Non è sfuggita lì la partita, l’abbiamo iniziata bene ma quell’episodio l’ha cambiata. Fallo inesistente, poi la responsabilità è mia. Dobbiamo continuare a stare in gara e non l’abbiamo fatto, è una cosa che dobbiamo migliorare”.

Il mister si assume tutta la responsabilità

“La responsabilità è mia, è difficile subire delle situazioni contro, in un ambiente dove non è facile giocare, contro una grandissima squadra. Già eravamo nervosi per i cartellini, la punizione del secondo gol è inesistente per tutti. Da lì in poi non possiamo perdere la testa. Fortunatamente c’è un’altra partita sabato, cercheremo di fare del nostro meglio”. 

Un commento sulla compagine milanese

“L’Inter ha grande qualità e lotterà fino alla fine per lo scudetto. Per quanto riguarda la prima domanda, dico che non ho voluto mandare messaggi, non mi è passato in testa di pensare alla prossima. Medel è uscito perché ha preso un giallo, Gary deve gestirsi meglio perché è un giocatore esperto”. 

Gabriele Viespoli

(Credit foto – pagina Facebook SOS Fanta)

Seguici su Google News

Back to top button