Sono giorni molto complicati per colpa dell’emergenza legata al Coronavirus, tutto il mondo del calcio si chiede quando si potrà tornare al normale svolgimento delle attività sportive. Il calciomercato però non dorme mai, anche a campionati sospesi, ed è per questo che l’Inter lavora a due colpi a parametro zero.

Le trattative dell’Inter

Da tempo Beppe Marotta ha già in mente i giocatori adatti per poter migliorare la rosa a disposizione di Antonio Conte. Appare chiara la linea scelta dal tecnico leccese: da quando è arrivato a Milano ha cercato e ottenuto numerosi giocatori esperti provenienti dalla Premier League. Gli ultimi arrivati sono Lukaku, Sanchez, Young dalla United ed Eriksen e Moses rispettivamente da Tottenham e Chelsea.

In cima alla lista dei desideri, secondo la Gazzetta dell Sport, ora ci sarebbero Giroud e Vertonghen: due tra i parametri zero più interessanti del panorama calcistico europeo. Due giocatori dalla grande esperienza internazionale, non più giovanissimi, ma capaci di assicurare solidità ed di essere pronti da subito alla causa interista.

Il francese ha già rifiutato il rinnovo col Chelsea di Frank Lampard e si prepara a lasciare l’Inghilterra nella prossima stagione, i nerazzurri aspettano il momento più adatto per affondare il colpo e battere sul tempo la concorrenza.

Per quanto riguarda Vertonghen, il club nerazzurro si è mosso in anticipo ed il suo arrivo appare molto probabile: il belga è il profilo perfetto da affiancare al giovane Bastoni per poter spostare stabilmente Skriniar sulla destra. In uscita appare dunque Godin a cui non è mai scoppiato la scintilla con Conte.

La filosofia dell’Inter rimane la stessa, portare a Milano giocatori maturi in grado di farsi trovare pronti subito se chiamati in causa. Questi tipo di giocatori, dal grande bagaglio d’esperienza, hanno anche il compito di aiutare a crescere anche i tanti giovani talenti della rosa dell’Inter. I vari Bastoni, Esposito, Barella, Martinez non potranno che migliorare con attorno giocatori di questa caratura.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA