Inter, Icardi e Nainggolan out: i piani di Marotta

Intervistato da Sky Sport, l’ad dell’Inter Giuseppe Marotta ha confermato la volontà di cedere i due assi nerazzurri, Icardi e Nainggolan. Ecco le prossime mosse: piazzare l’esubero Icardi, magari al Napoli, e chiudere per Lukaku. E sempre nell’asse Milano-Manchester, Nainggolan potrebbe sbloccare un affare a Conte graditissimo.

Ufficializzati gli acquisti di Godìn, Lazaro e Sensi, la prossima mossa di mercato dell’Inter è sicuramente direzionata a rivoluzionare il reparto offensivo, e non solo. Viste le dichiarazioni di Marotta a Sky, il mercato nerazzurro sembra essere sempre più legato alle cessioni di due dei suoi top player: Icardi e Nainggolan. L’amministratore delegato ha chiarito che l’attaccante argentino e il centrocampista ex Roma non rientrano nel progetto tecnico della prossima stagione. All’orizzonte è prevista una rivoluzione, sia in entrata che in uscita. Vediamo perché.

Icardi, Juve o Napoli?

Nonostante fosse già chiaro da tempo, Marotta ha messo il punto definitivo rispetto a quello che sarà il destino di Mauro Icardi nella prossima stagione: sicuramente lontano dall’Inter. La decisione della dirigenza nerazzurra, che non ha trovato opposizione nel nuovo mister Antonio Conte, è il logico frutto dell’avvilente telenovela cominciata a febbraio. I protagonisti, Icardi e la sua moglie-agente Wanda Nara, sembrano ora costretti a trovare un’altra collocazione per la prossima annata. Le possibilità non sembrano però essere molteplici.

Icardi e Wanda Nara, dopo il goal nel derby di ottobre (Credits: Sky Sport)

L’attaccante argentino infatti, sembra essere stato assai danneggiato dalle vicende degli ultimi sei mesi: non sono infatti molte le compagini pronte ad accoglierlo. In primis, il Real Madrid, che ha infatti ripiegato su Jovic, nonostante avesse sempre manifestato vivo interesse per il numero nove nerazzurro. Le possibilità rimangono quindi due, entrambe italiane: la Juventus e il Napoli.

I bianconeri hanno nel mirino Mauro Icardi già dallo scorso anno, quando, secondo quanto dichiarato da Paratici, sarebbe stata l’alternativa all’acquisto di Ronaldo. Nei mesi precedenti, si è parlato spesso di un approdo alla Juventus dell’argentino in uno scambio con un altro albiceleste, Paulo Dybala. Questa possibilità ha gradualmente perso quota, con i bianconeri che però non hanno mollato la presa: di qualche giorno fa è l’indiscrezione di un incontro tra Paratici e Wanda Nara.

Paratici, Nedved e Agnelli (Credits: tuttojuve)

Un’altra possibilità per Icardi è quella di trasferirsi a Napoli, alla corte di Carlo Ancelotti; secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Giuntoli sarebbe intenzionato a offrire 60 milioni all’Inter e un contratto da 10 milioni l’anno all’attaccante argentino. La destinazione sarebbe gradita al giocatore, che però potrebbe essere anche protagonista di un clamoroso scambio con uno dei top player azzurri: Lorenzo Insigne. Per ora solo voci, che difficilmente potrebbero trovare conferma. Certo è che il destino di Icardi sembra comunque legato all’Italia anche il prossimo anno.

Lukaku, presto un incontro tra Inter e Manchester United

Sostituire un bomber come Icardi non sarà facile, ed è per questo che la dirigenza dell’Inter si sta muovendo per individuare un degno rimpiazzo. Nei giorni scorsi l’agente di Lukaku, Federico Pastorello, dopo essere uscito dalla sede nerazzurra ha specificato quale fosse la situazione attuale dell’affare:

I tempi? Non li decidiamo noi, quindi è chiaro che se il giocatore vuole essere preso, bisogna muoversi. 70 milioni? Io i numeri non li ho mai fatti, non so se siano quelli che hanno in mente. L’Inter ci sta provando sicuramente, è un obiettivo dichiarato, dopodiché non è che gli obiettivi diventano tutti raggiungibili. È sempre molto difficile.

Le dichiarazioni dell’agente hanno messo in luce come siano decisive le tempistiche in questo momento, con il Manchester United che nel mentre avrebbe la possibilità di valutare altre offerte. Ad esempio, quella della Juventus, che negli ultimi giorni ha sondato l’attaccante. Nonostante possa sembrare solo un’azione di disturbo, è evidente come l’inerzia dei nerazzurri possa complicare l’arrivo del belga.

Romelu Lukaku, obiettivo numero uno per l’Inter (Credits: Sky Sport)

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, nei prossimi giorni è previsto un incontro tra Inter e Manchester United per chiudere una volta per tutte l’affare. La richiesta dei Red Devils è di 75 milioni cash, senza contropartite tecniche, come Icardi o Perisic, proposte dai nerazzurri. Marotta è stato bloccato anche sull’ipotesi di un prestito oneroso con obbligo di riscatto. La prossima settimana risulterà decisiva per l’esito della trattativa.

Matic per sostituire Nainggolan?

Mentre a centrocampo sembra avviarsi ad una conclusione la trattativa per Barella, l’Inter è pronta a liberarsi di Radja Nainggolan. Il belga, arrivato all’Inter lo scorso giugno, è stato protagonista di una stagione di alti e bassi, che non hanno convinto nè Conte nè Marotta. Il ninja può partire anche in prestito, ma con un’operazione che copra i 9 milioni di euro; la direzione sembra essere quella cinese.

Recente è però l’indiscrezione che vede Nainggolan protagonista di uno scambio con Nemanja Matic. Espn ha infatti riportato la notizia di un’offerta dei nerazzurri al Manchester United, che prevede anche un conguaglio di 11 milioni. Il centrocampista, graditissimo a Conte che lo ha allenato anche al Chelsea, potrebbe dare alla mediana nerazzurra la fisicità richiesta dal tecnico salentino. Alla finestra rimane però anche il Milan, che deve sostituire il partente Bakayoko.

Nemanja Matic, 30 anni (Credits: Ian Walton/Getty Images)

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

© RIPRODUZIONE RISERVATA