Tennis

Internazionali d’Italia: Sinner si regala Nadal, subito eliminato Fognini

Adv

Sono entrati ufficialmente nel vivo gli Internazionali BNL d’Italia, dopo che nella giornata di ieri sono stati portati a termine i primissimi incontri di main draw. Il bilancio, dopo la mattinata, è abbastanza positivo per i colori azzurri. Alla sconfitta di Fabio Fognini, infatti, rispondono le due belle vittorie di Jannik Sinner e Stefano Travaglia. Impossibile non soffermarsi un attimo sull’avversario di secondo turno dell’altoatesino, che sarà niente meno che il re della terra rossa Rafael Nadal.

Sinner non ha problemi contro Humbert e lancia la sfida al maiorchino

Stavolta è tutto vero. Jannik Sinner e Rafael Nadal si scontreranno nel secondo turno degli Internazionali BNL d’Italia. I due avrebbero potuto incrociarsi già la scorsa settimana a Madrid ma l’inaspettata sconfitta dell’azzurro contro Popyrin non lo aveva reso possibile. L’altoatesino si è rifatto immediatamente contro il francese Ugo Humbert, un incontro non semplice alla vigilia ma che Jannik si è portato a casa per 6-2 6-4 dopo 1h e 30 minuti di partita. Per Sinner, quella odierna, è la quarta vittoria ottenuta a Roma dopo gli ottavi di finale dell’anno scorso ed il secondo turno del 2019. Adesso, per lui, c’è probabilmente una delle sfide più impegnative che si possono affrontare nel tennis moderno. Nadal, infatti, solamente una volta ha perso all’esordio in un Masters 1000 sulla terra battuta. Correva l’anno 2008 e si giocava proprio agli Internazionali. In quell’occasione, però, a battere lo spagnolo, più che il suo avversario (Juan Carlos Ferrero) furono le vesciche. Sicuramente Jannik se la giocherà così come ha fatto lo scorso ottobre nei quarti di finale del Roland Garros, unico precedente tra i due.

Il primo set è un totale dominio di Sinner. L’azzurro ha palle break praticamente in ogni turno di battuta di Humbert. Quest’ultimo sembra non possedere armi a sufficienza per contrastare l’italiano sulla terra e si fa levare la battuta nel terzo e nel quinto gioco. Il tabellone, dopo 40 minuti, recita 6-2 ma il passivo poteva essere molto più pesante in favore dell’italiano. Inizia il secondo set. Qui l’italiano, dopo aver sprecato tre palle break in apertura, si ritrova a sorpresa sotto per 2-0. Il vantaggio del transalpino, però, durerà veramente pochissimo. Jannik infatti, se possibile, innalza ulteriormente il livello di gioco mostrato durante il primo set e firma un parziale tramortifero di quattro giochi a zero: situazione completamente ribaltata e 4-2. Sinner prova a chiuderla direttamente nel nono gioco ma un lungo game ai vantaggi va a finire nelle mani del nativo di Metz. Ci riuscirà con il proprio servizio nel game successivo senza particolari patemi: è dunque 6-4 per il campioncino azzurro.

Un Fognini troppo altalenante lascia il passo a Nishikori

Fabio Fognini esce subito di scena dalla 78esima edizione degli Internazionali BNL d’Italia. Il tennista ligure non è riuscito a sconfiggere Kei Nishikori, che ha prevalso con il punteggio di 6-3 6-4 dopo 1h e 21 minuti di partita. Sarà dunque il tennista giapponese ad affrontare al secondo turno lo spagnolo Pablo Carreno Busta (testa di serie numero 11), che nella giornata di domenica aveva battuto in rimonta il serbo Laslo Djere. Per Fognini si tratta di un’altra apparizione poco convincente dopo l’uscita infelice di Barcellona e le prestazioni abbastanza opache di Madrid. L’imperativo, a questo punto, è quello di ricaricare in fretta le pile in vista di un appuntamento da non fallire come il Roland Garros, al via tra tre settimane.

Fognini, nel primo set, parte malissimo. In pochi minuti, infatti, scivola subito sotto 3-0. L’azzurro rischia addirittura il doppio break di svantaggio ma in un modo o nell’altro riesce a rimanere aggrappato al parziale. Qui arriva la scintilla, con Fabio che grazie ad un parziale di 11 punti ad 1 riesce ad impattare sul 3-3. L’inerzia sembra poter passare dalla sua parte ma il giapponese è bravo a tenere il settimo gioco e poi a piazzare la zampata decisiva nel game successivo. Nishikori, sopra 5-3 e servizio, non ha difficoltà a portare a casa la frazione: 6-3 dopo 38 minuti di gioco. Il tennista nipponico, con il break del terzo game, mette le cose in chiaro anche nel secondo set e si porta sul 2-1. Da qui il ligure tiene abbastanza agevolmente tutti i propri turni di battuta ma, purtroppo per lui, non riuscirà mai ad essere incisivo quando a servire è il proprio avversario. La conseguenza è il 6-4 finale che decreta la sua uscita prematura dal torneo.

Internazionali d’Italia: Travaglia ha la meglio sul solito Paire

Parte bene il cammino di Stefano Travaglia agli Internazionali BNL d’Italia. Il marchigiano, beneficiario di una wild card da parte degli organizzatori, non ha avuto particolari problemi ad aggiudicarsi il suo match di primo turno contro il francese Benoit Paire. L’azzurro si è imposto per 6-4 6-3 dopo 1h e 18 minuti di gioco, conquistando in tal modo la terza vittoria della carriera nella Capitale. Un successo, questo, decisamente importante per Stefano, che non vinceva un match (a livello di main draw) addirittura dal Great Ocean Road Open, dove raggiunse la finale prima di arrendersi a Jannik Sinner. Al secondo turno, per Travaglia, ci sarà uno tra il canadese Denis Shapovalov (testa di serie numero 13) ed il qualificato polacco Kamil Majchrzak.

Non era un incontro semplice, quello odierno, per il tennista italiano. Stefano, infatti, è stato molto bravo a non farsi distrarre più di tanto dai soliti atteggiamenti indisponenti di Paire. Il primo set si decide grazie al break operato nel settimo gioco dall’azzurro, bravo a cancellare con successo entrambe le palle break concesse nell’arco del parziale. Nel secondo Travaglia sembra essere leggermente più condizionato dai comportamenti del transalpino. Il marchigiano, infatti, deve rimontare prima uno svantaggio di 2-0 e, successivamente, cede nuovamente il servizio quando era riuscito a portarsi lui avanti di un break sul 3-2. Bisogna dire però che il francese, dopo una chiamata dubbia da parte dell’arbitro alla metà del set, esce letteralmente dalla partita con la testa. Travaglia ringrazia e, con un parziale di 13 punti a 4, si aggiudica consecutivamente gli ultimi tre giochi.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: account Twitter ufficiale degli Internazionali BNL d’Italia, @InteBNLdItalia

Adv
Adv
Adv
Back to top button