Cultura

Inverno, parole dal mondo: il tempo che appartiene alla stagione del gelo

Adv

Nel nuovo appuntamento della rubrica Parole dal Mondo, l’analisi del termine Inverno; la stagione che succede all’autunno e precede la primavera il cui solstizio è, indicativamente, il 21 Dicembre mentre il suo termine attorno al 20 Marzo.

Inverno, la stagione che appartiene al gelo

L’etimologia del termine Inverno deriva dalla radice sanscrita him- = freddo che, in seguito, appare anche in lingua latina: hiems (sostantivo femminile III declinazione) = inverno, freddo, stagione piovosa, gelo. Per i latini l’inverno era in origine him-ernum, ovvero tempo del freddo, tempo del gelo. Successivamente, il termine subisce una trasformazione: hibernum da cui, a sua volta, deriva la parola ibernazione = congelamento, dal latino  hibernāre. In lingua greca esiste anche una similarità di tale radice: nel greco antico, infatti, si ritrova la definizione χειμών (cheimon) = freddo, inverno, gelo. Il significato del termine Inverno, quindi, significa letteralmente ”tempo che  appartiene al freddo, stagione  gelida”. Il suffisso -ernum, infatti, indica senso di appartenenza. In questo periodo dell’anno, durante il Solstizio Invernale, quindi, prevale un clima abbastanza rigido n quanto la posizione del Sole raggiunge il suo punto più basso all’orizzonte.

L’etimologia del termine Solstizio risale, invece, alla metà del XIII secolo; un lemma antico che sembrerebbe derivare da una parola proveniente dalla lingua francese “solstice” . Il termine, a sua volta, proviene dal latino “solstitium”, ossia il punto in cui il Sole sembra che si fermi. La sua formazione si compone della radice Sol”Sole”, e dal participio passato del verbo sistĕre: fermarsi, arrestarsi, rimanere fermi. Il Solstizio, in astronomia, è uno dei due momenti dell’anno in cui il Sole si trova più lontano dall’Equatore

La stagione invernale in astronomia e meteorologia

L’inizio della stagione invernale si colloca, indicativamente, fra il 21 e il 22 Dicembre quando ha inizio il Solstizio Invernale. Durante questa fase l’emisfero Nord della Terra riceve pochissima luce; questo è il momento in cui si ha il giorno più corto dell’anno mentre le ore di buio conseguenti, determinano la notte più lunga dell’anno corrente. Il termine avviene durante l’Equinozio di Primavera, attorno al 21 Marzo quando le ore di luce e quelle di buio risultano, in seguito, identiche.

Per quanto riguarda l’inverno meteorologico non si basa su regole scientifiche e ha date fisse. La meteorologia fa coincidere con l’inizio del mese ogni stagione. La primavera meteorologica va dal 1 Marzo al 31 Maggiol’estate va dal 1 Giugno al 31 Agosto, l’autunno dal 1 Settembre al 30 Novembre e l’inverno meteorologico dal 1 Dicembre al 28 Febbraio.Questa ripartizione è stata concepita dalla comunità scientifica per mera convenzione ed è una divisione basata sul calendario gregoriano. La divisione delle stagioni, in questo modo, semplifica le osservazioni del tempo facendo sì che si concepisca e si attui una transizione più definita fra le stagioni.

Stella Grillo

Seguici su FacebookInstagram e Metrò

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino

Related Articles

Back to top button