Cinema

J. Edgar, Eastwood analizza uno dei personaggi più controversi d’America

Questa sera alle 23:09, su Iris, andrà in onda J. Edgar, la pellicola diretta nel 2011 dallo strabiliante Clint Eastwood che rilegge la vita e la carriera di J. Edgar Hoover. Lo storico direttore dell’Fbi e uno dei personaggi più potenti e controversi della storia americana è interpretato dal fantastico Leonardo Di Caprio.

La trama del film

Nominato capo dell’FBI a soli 29 anni dal Presidente Calvin Coolidge, J. Edgar Hoover è un giovane uomo ambizioso, che rimarrà al comando dell’agenzia federale per quasi 50 anni. J. Edgar è un feroce anti-comunista e ossessionato dalla sicurezza del proprio paese, promuove importanti innovazioni investigative e trasforma la sede dell’FBI in un centro di ricerca all’avanguardia, ma allo stesso tempo abusa dei suoi poteri, facendo delle indagini illecite con dei dossier segreti.

Avviata una lotta senza esclusione di colpi contro comunisti, radicali, gangster e delinquenti, il direttore federale incide sulla storia americana costruendosi una reputazione irreprensibile e inattaccabile. Arriva ad ottenere un potere smisurato, imitando le libertà civili di persone innocenti e controllando addirittura l’attività dei vari capi di Stato americani. A farne le spese sono i suoi nemici, tutti ugualmente ricattabili dai dossier confidenziali.

Leonardo Di Caprio in J.Edgar
fonte: washingtonpost.com

E dopo 48 anni di azioni legali e illegali, 8 presidenti e un sentimento nascosto per il collaboratore Clyde Tolson (Armie Hammer), J. Edgar racconta la sua biografia, le sue imprese e le sue inchieste, lecite sui rapitori di Baby Lindbergh e quelle illecite sulle Pantere Nere o sul Movimento per i Diritti Civili di Martin Luther King.

Leonardo Di Caprio e Armie Hammer nel film J.Edgar
fonte:filmint.nu
Leonardo Di Caprio e Armie Hammer nel film J.Edgar
fonte:filmint.nu

Curiosità sul film

Clint Eastwood dirige per la prima volta Leonardo Di Caprio, con il quale, però, ha avuto un litigio durante le riprese. Quando l’attore chiese al regista di rigirare una scena, il regista lo mise a tacere e se ne andò. Tuttavia quando iniziarono di nuovo le riprese fecero finta di nulla e proseguirono cordialmente. 

Clint Eastwood e Leonardo Di Caprio sul set di J.Edgar
fonte: wayneley.wordpress.com
Clint Eastwood e Leonardo Di Caprio sul set
fonte: wayneley.wordpress.com

Non è stato l’unico diverbio che ebbero i due artisti. Un altro avviene quando Leonardo Di Caprio e Armie Hammer hanno proposto a Clint Eastwood di rendere più esplicita la relazione tra i loro due personaggi, il regista ha rifiutato, sostenendo che nella sceneggiatura non erano contemplate scene del genere. Clint Eastwood è famoso perché gira i film senza mai cambiare nulla della sceneggiatura.

Durante le riprese di J.Edgar, Judi Dench, che interpreta Anne Marie Hoover, la madre del protagonista, si è rotta un piede mentre lavorava al film precedente. È riuscita a tenere segreta la lesione per evitare di essere sostituita, i produttori del film se ne accorsero solo quando finì di girare le sue scene.

Leonardo Di Caprio e Judy Dench in J.Edgar 
fonte: nytimes.com
Leonardo Di Caprio e Judy Dench
fonte: nytimes.com

Molti attori sono stati scartati per i ruoli, uno tra tutti Bradley Cooper che ha fatto il provino per interpretare Clyde Tolson. Altri, invece, sono stati selezionati ma hanno rifiutato: Charlize Theron, ad esempio, era stata scelta per il ruolo di Helen Gandy, la segretaria di Hoover, ma alla fine rinunciò per recitare nel film “Biancaneve e il cacciatore”. A questo punto la produzione considerò Amy Adams e solo alla fine fu scelta scelta Naomi Watts. 

Continuaci a seguire su MMI e sul Il Cinema di Metropolitan !

Back to top button