Sinner domina a Colonia, fuori Caruso e Nardi ad Anversa

Jannik Sinner
Photo Credit: Anne-Christine POUJOULAT / AFP via Getty Images

Primo turno agevole per Jannik Sinner, che oggi si è sbarazzato di James Duckworth col punteggio di 6-1, 6-2. L’altoatesino passa così agli ottavi dell’ATP di Colonia 2, dove affronterà il francese Herbert, vittorioso oggi su Sandgren. Non sono riusciti ad avanzare ad Anversa invece Salvatore Caruso e Luca Nardi, fermati in tre set rispettivamente da Evans e Giron.

Buona la prima, Sinner

Non troppo complicato il passaggio agli ottavi del 250 di Colonia per Jannik Sinner, troppo forte per James Duckworth. C’è voluta appena poco più di un’ora per il 2001 nativo di San Candido per battere col punteggio di 6-1, 6-2 l’australiano, sostituto del ritirato Hurkacz. Nel primo set Duckworth non vede quasi la pallina, con Sinner che vince i primi nove punti della partita brekkando fin da subito l’avversario. L’unica soddisfazione per l’aussie è il terzo game, unico vinto del set; da lì in poi è Sinner a dominare, vincendo tutti i giochi rimasti. Un 6-1 impietoso durato appena 23 minuti.

Il secondo set ne dura 34, ma la storia non cambia troppo. Duckworth stavolta parte bene, tenendo i primi due turni di servizio; rischia poi addirittura di brekkare l’altoatesino che gli concede due palle break prima di ingranare marcia e vincere il game. Il resto è di nuovo dominio incontrastato di Jannik che vince gli ultimi tre giochi della partita. Per lui è il 13esimo match vinto nel 2020, cui si spera si sommerà il 14esimo fra due giorni contro Pierre-Hugues Herbert. Il francese, già vincitore in doppio nel Colonia 1 con il connazionale Mahut, ha battuto oggi Tennys Sandgren con il punteggio di 6-3, 3-6, 6-3.

Caruso e Nardi out, ma a testa alta

Seconda eliminazione al primo turno consecutiva per Salvatore Caruso, che tante energie ha speso per arrivare a giocarsi la finale del Challenger di Parma, persa due set a zero contro Francis Tiafoe. Un grande risultato seguito però prima dall’eliminazione in Sardegna contro Hanfman e oggi in Belgio contro Daniel Evans, avversario decisamente superiore rispetto a Geerts e Sugita, sconfitti durante le qualificazioni. Il britannico n.35 al mondo accede così al secondo turno dopo aver inanellato una serie consecutiva di eliminazioni al primo turno a Roma, Amburgo, Parigi e San Pietroburgo.

Avversario non di poco conto anche per Luca Nardi, che oggi si è dovuto arrendere al terzo set contro Marcos Giron. Lo statunitense aveva perso il primo set ma è stato bravo a rialzarsi e ribaltare il risultato, concludendo con un 4-6, 6-4, 6-1. Onore comunque a Nardi, classe 2003, che all’esordio nel circuito ATP ha conquistato un set andando vicino alla vittoria. Numero 917 al mondo, Nardi ha vinto un Futures in Egitto a marzo e sembra promettere molto bene, motivo per il quale ad Anversa gli hanno concesso una wild card per il main draw. Dopo il recente exploit di Musetti sarà interessante vedere se anche Nardi ci regalerà piacevoli sorprese come in questi anni i giovani tennisti italiani stanno facendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA