17.6 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Jay Kay, re del funky con i suoi Jamiroquai

- Advertisement -

Tutti gli appassionati di musica conoscono i Jamiroquai, moderni portabandiera dell’acid jazz e del funk, ma in pochi conoscono il nome di Jay Kay, la mente dietro al successo del gruppo. Nato Stretforf in Gran Bretagna il 30 dicembre del 1969, Jason “Jay” Kay ha creato uno stile musicale che unisce la disco, la dance, l’alternative rock anche l’hip-hop. Negli anni ha ottenuto un Grammy Award per il miglior video dell’anno nel 1997 con “Virtual Insanity“.

Con i Jamiroquai Jay Kay ha composto 8 album dal 1993 e compare come l’unico membro stabile all’interno della band. Negli anni è diventato famoso anche per gli eccentrici copricapi da lui indossati durante le apparizioni pubbliche, tanto da essere scherzosamente apostrofato come “il cappellaio matto“.

La strada verso il successo di Jay Kay

Figlio d’arte – la madre era una cantante e il padre faceva il chitarrista – Jay Key faticò a trovare la propria dimensione. Dopo aver abbandonato la scuola e la casa materna all’età di 15 anni, passò parte della sua adolescenza per strada, dove entrò in contatto con la cultura urbana, i graffiti, l’hip-hop e la break dance. Nel 1989 formò la sua prima band, da cui poi presero vita i Jamiroquai grazie all’apporto di Toby Smith (tastiere), Stuart Zender (basso), Nick Van Gelder e Wallis Buchanan.

Dal nome di una tribù nativa americana, gli irochesi, nacque il nome Jamiroquai, col quale la band si presentò al mondo nel 1993, grazie alla pubblicazione di “Emergency on Planet Earth“. Ma fu con il terzo album della, “Traveling Without Moving (1996), che la band raggiunse il successo internazionale grazie a brani come “Cosmic Girl” e la già citata “Virtual Insanity“. Con oltre 11,5 milioni di compie, questo è l’album funk più venduto nella storia.

Seguono numerosi altri brani di grande successo (“Canned Heat”, “Love Foolosophy”, “Little L”) che hanno fatto scatenare il pubblico di tutto il mondo, totalizzando oltre 30 milioni di copie vendute. Oltre quella per la musica, Jay Kay ha una passione per le auto di lusso, soprattutto sportive. Ne possiede infatti più di cento nella sua collezione privata, tra cui alcuni pezzi unici di grande valore, come una Ferrari “La Ferrari” verde brillante. Durante il lockdown, il frontman dei Jamiroquai si è cimentato in una cover di “Let’s Dance” di David Bowie a tema Coronavirus.

Simone Zangarelli

Seguici su

Facebook

Metropolitan Music

Instagram

Twitter

Spotify

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -