Cinema

Judy Garland, carriera e alcune curiosità

Adv

10 giugno 1922: nasce a Grand Rapids (Minnesota) Frances Ethel Gumm. Celebre attrice americana, diventa famosa fin dala tenera età con lo pseudonimo di Judy Garland. E’ forse una delle artiste più versatili che abbiano mai calcato il grande schermo. Infatti, si dimostra ben presto dotata non solo a livello recitativo ma anche, o forse soprattutto, di una voce straordinaria. Nel corso della sua carriera si rivela, inoltre, una discreta ballerina.

Judy Garland: una carriera burrascosa

La carriera di Judy Garland inizia nel mondo del musical. Scoperta dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), comincia dal 1936 a recitare in piccoli ruoli nei musical. Il suo debutto cinematografico avviene lo stesso anno con il cortometraggio Every Sunday (Felix E. Feist). Con questo primo lavoro la giovane ottiene un buon successo di critica. Ciò porta la MGM a voler lanciare ufficialmente la sua carriera. La sua definitiva consacrazione e fama internazionale arrivano tre anni più tardi. Esce, infatti, Il Mago di OZ (Victor Fleming), musical diventato un vero proprio classico cinematografico.

Negli anni successivi la giovane continua a cimentarsi in ruoli collegati al mondo del musical, ottenendo sempre grande successo. All’inizio degli anni 50, però, decide abbandonare per un po’ le scene, licenziandosi anche dalla MGM. Questo per i suo gravi problemi di dipendenza da alcool e droga e la sua insofferenza verso l’ambiente cinematografico. Tuttavia, in poco tempo ritorna nuovamente a recitare. Lo fa in uno dei suoi film più celebri, È nata una stella (George Cukor, 1954). Questa pellicola dà l’inizio alla fase della sua carriera con i ruoli più drammatici.

L’ultima sua performance cinematografica è in Ombre sul palcoscenico (Ronald Neame, 1963). Dopo di essa, infatti, lascia nuovamente il cinema, continuando solo con il teatro e come cantante. Doveva esserci un secondo ritorno al cinema, con la pellicola La valle delle bambole (1967). La cosa va, però, in fumo a causa dei suoi problemi con alcool e droga. La sua carriera si interrompe tragicamente poco più tardi. Muore, infatti, il 22 giugno 1969, a soli 47, per overdose.

Judy Garland in una scena di Ombre sul palcoscenico (Ronald Neame, 1963) - Photo Credits: mubi.com
Judy Garland in una scena di Ombre sul palcoscenico (Ronald Neame, 1963) – Photo Credits: mubi.com

Judy Garland ci lascia consegnadoci un’intensa e prolifica carriera. I suoi lavori, sono ben conosciuti e celebrati da tutti. Noi, quinidi, abbiamo deciso di raccontarvi questa leggendaria icona anche con alcune curiosità non molto note su di lei.

1 Tutti pazzi per (i cimeli di) Judy Garland

Sì sa, alcuni fan farebbero follie per possedere cimeli appartenenti ai propri beniamini. Ciò è avvenuto anche nel caso di Judy Garland. Nel 1976 viene allestita un’asta con alcuni suoi beni. Ad organizzarla è un suo ex marito, Sid Luft. L’evento termina raccogliendo 250.000 dollari. Questa, tuttavia, non è la cosa più eccezionale. Quello che più colpisce, infatti, è il costo di uno dei lotti, un paio di ciglia finte. Esse fanno incassare la metà del totale ottenuto con l’asta. Ma le cose non finiscono qui. Circa 30 anni dopo, nel 2005, qualcuno ruba da un museo del Minnesota (Stati Uniti) un paio delle scarpette rosse indossate dall’attrice ne Il mago di Oz.

2 Una famiglia di artisti

The Glum Sisters durante una loro performance - Photo Credits: biography.com
The Glum Sisters durante una loro performance – Photo Credits: biography.com

L’arte scorre nel sangue della famiglia di Judy Garland. I suoi genitori, Ethel Marion Milne (1893-1953) e Francis Avent “Frank” Gumm (1886–1935), sono, infatti, due artisti di varietà e gestiscono un cinema. Il loro cinema ospita spesso anche degli spettacoli di varietà. A soli due anni, la futura attrice debutta proprio lì, esibendosi in Jingle Bells durante lo show natalizio. Inoltre, presto la bambina forma un trio con le sue due sorelle, Mary Jane and Dorothy Virginia. Iniziano, quindi, poi ad esibirsi nei teatri di provincia con il nome di The Glum Sisters. E’ proprio in uno dei loro spettacoli che, nel 1934, la MGM nota la giovane.

3 Welcome to … The Judy Garland Show!

L’attrice è protagonista anche di un suo programma televisivo personale, The Judy Garland Show. Va in onda sul canale statunitense CBS dal 29 settembre 1963 al 29 marzo 1964. E’ uno show di varietà e musicale, trasmesso alla domenica sera, con lei come conduttrice. Nel corso dei suoi episodi, The Judy Garland Show vede la partecipazione di numerosi celebri volti del mondo dello spettacolo. Memorabile è, ad esempio, l’apparizione di un’altra regina del musical cinematografico, Barbra Streisand. Le due, infatti, in quella occasione deliziano il pubblico con alcuni inediti duetti.

4 Un’autobiografia molto costosa

Nel 1960 viene proposto a Judy Garland di scrivere un’autobiografia. Avrebbe dovuto comprendere tutto, dalla sua tormentata vita alla sua altrettanto frenetica carriera. Per persuaderla a prendere parte al progetto le sono offerti 35.000 dollari. Alla fine, tuttavia, la cosa non va in porto.

5 La vera aspirazione lavorativa

Da giovanissima l’attrice ha un’altra visione per quanto riguarda la sua vita professionale. Una sua grande aspirazione è quella di diventare un’infermiera. Non pensa, infatti, di fare veramente della recitazione il suo lavoro a tempo pieno.

Seguici su Metropolitan Magazine Italia e Il cinema di Metropolitan.

Giorgia Silvestri

Adv
Adv

Giorgia Silvestri

Classe 1995. Ho una laurea magistrale in International Jounalism conseguita alla Liverpool John Moores University e una laurea triennale in Beni Culturali ottenuta all'Università di Padova. Per Metropolitan scrivo di cinema e musica.
Adv
Back to top button