Tennis

Justine Henin, il trionfo dello stile e dell’eleganza

È passata agli annali l’affermazione di John McEnroe, che in passato ha definito il rovescio di Justine Henin “il miglior rovescio a una mano del tennis maschile e femminile”. L’ex tennista belga, che compie oggi 38 anni, è entrata di diritto nella storia recente di questo sport con ben 7 successi nel Grande Slam, un oro olimpico e due titoli WTA Finals. I risultati migliori li ha ottenuti al Roland Garros, torneo nel quale ha trionfato ben quattro volte (2003,2005,2006 e 2007).  

Sui campi da tennis ha sempre mostrato un’eleganza sopraffina e ha dominato il circuito femminile per diversi anni nonostante i molteplici infortuni che ne hanno ostacolato la carriera, fino a indurla al ritiro definitivo nel 2011, a 28 anni. Con la sua qualità si è opposta egregiamente allo strapotere fisico delle sorelle Williams. 

I successi di Justine Henin  

La sua prima apparizione è nel circuito ITF, nel novembre 1996, quando arriva al secondo turno nel torneo di Maiorca. La Henin si impone ad alti livelli nel 2001, quando raggiunge per la prima volta le semifinali del Roland Garros, dove affronta quella che sarà la sua rivale storica a Parigi, Kim Clijsters. La connazionale le infligge una nuova pesante sconfitta per 2-6, 7-5, 6-3. Nello stesso anno fa ancora meglio a Wimbledon arrivando in finale. Questa volta si arrende di fronte all’americana Venus Williams. 

Due anni dopo, nel giugno 2003, vinse il suo primo torneo del Grande Slam proprio a Parigi, sconfiggendo sempre Kim Clijsters. Il 7 settembre dello stesso anno fa il bis con il successo nello US Open, ancora una volta contro la stessa avversaria. Il terzo Grande Slam di Justin arriva agli Australian Open: in finale, ironia della sorte, ancora la Clijsters, regolata con il punteggio di 6–3, 4–6, 6–3.  

Justine Henin
Photo Credit: Reuters

Il 2004 è anche l’anno in cui vince la medaglia d’oro alle Olimpiadi estive di Atene 2004. Henin era rientrata da un fastidioso infortunio e in finale ha battuto un’altra delle sue grandi avversarie, la francese Amélie Mauresmo. Nel 2006 finisce nell’occhio del ciclone ricevendo molte critiche per essersi ritirata nella finale agli Open di Australia. Sotto 6-1, 2-0 contro la Mauresmo, la belga lascia il campo per via di problemi intestinali, diventando la prima donna a ritirarsi da una finale dello Slam nell’era Open.

Un anno fantastico  

Nel 2007 la Henin si conferma la miglior tennista al mondo. A inizio anno perde la testa della classifica Atp a causa del forfait agli Australian Open, ma poi inanella una serie incredibile di successi, fra cui spicca ovviamente il Roland Garros. Battuta serena Williams ai quarti (6-4 6-3), piega in semifinale la Jankovic e chiude alla grande con una straordinaria finale contro la serba Ana Ivanović, 6-1 6-2. In questo modo la belga è la prima giocatrice donna dal 1997 a vincere 10 titoli in una stagione con un montepremi di oltre 5 milioni di dollari. 

Justine Henin con Kim Clijsters (Photo by plus.lesoir.be)

Anche Simona Halep ha recentemente confessato tutta la sua ammiratrice per questa eccezionale tennista “È un piacere parlare al mio idolo. Perchè, devo ammetterlo, sono cresciuta emulando Justine […]Ho anche copiato i suoi movimenti, perchè ha sempre avuto gambe potenti ed era solita giocare molto vicina alla linea di fondo” 

Dopo un addio temporaneo nel 2008 la Henin annuncia il ritiro definitivo il 26 gennaio 2011 a causa di un infortunio al gomito subito l’anno precedente a Wimbledon. Chiude la sua carriera con dei numeri pazzeschi, 525 vittorie e 115 sconfitte: con l’82% di successi. Dopo il ritiro, le imprese di Henin si è dedicata alla gestione di un’accademia di tennis in Belgio e a una fondazione dedicata alle esigenze mediche dei bambini.  

Back to top button