Games

Kinderspiel des Jahres 2022

Lunedì la giuria ha reso pubblici i risultati del Kinderspiel, premio assegnato ai migliori giochi per bambini pubblicati in Germania nell’anno corrente. Vi avevamo parlato delle nomination di quest’anno e tra i tre agguerriti finalisti il vincitore è Zauberberg, conosciuto nel resto del mondo come Magic Mountain.

Un anno positivo e ricco di buone idee

Così il coordinatore della giuria dei giochi per bambini, Christoph Schlewinski, si è espresso alla cerimonia di premiazione. Il curatore ci ha poi ricordato che questa è stata la prima cerimonia aperta al pubblico degli ultimi due anni per quel che riguarda il Kinderspiel.

La pandemia ha reso il lavoro degli autori di giochi per bambini ancora più impegnativo perché con asili e scuole elementari costantemente chiusi, è quasi impossibile testare i giochi abbastanza da tirare fuori un prodotto a rifinito a tutto tondo, ben funzionante ed emozionante. Ecco perché subiamo infine gli effetti della pandemia, quasi 70 giochi in lizza sono davvero pochi per il Kinderspiel. Tuttavia, questo non è andato a scapito della qualità.


Afferma Schlewinski che ci ricorda che tanto i finalisti quanto i titoli raccomandati sono comunque ottimi prodotti che meritano le loro nomination. Un’edizione insomma che ci ha mostrato il celebre less is more.

Zauberberg - dettaglio di gioco PHC: Amigo spiele
Zauberberg – dettaglio di gioco |PHC: Amigo spiele

Zauberberg, un Kinderspiel sensoriale

Gli autori del gioco, Jens-Peter Schliemann e Bernhard Weber, collaborano a progetti per i giocatori più giovani sin dal 2003. Entrambi si sono detti molto interessati allo sperimentare con i materiali e con le sensazioni durante la creazione di un gioco. L’impatto tattile e visivo diventa quindi protagonista del loro design e ce lo mostrano con Zauberberg. Il modo di rivisitare la pista per biglie tiene il pubblico, in particolare i più piccini, avvinto al gioco e le varie modalità: cooperativa, a squadra o in solitario gli permettono una grande rigiocabilità e molta facilità nell’intavolarlo.

Riccardo Pasquini

Classe 1992. Appassionato di giochi da tavolo, giochi di ruolo, videogiochi e tutto ciò che concerne l'universo ludico.
Back to top button