Dopo una sola stagione alla corte di Tommi Makinen, Kris Meeke è stato recentemente appiedato da Toyota. L’ex pilota Citroen sembrerebbe vicino ad annunciare il suo ritiro dalle competizioni mondiali. Le opzioni sono poche per il pilota irlandese che, dopo oltre dieci stagioni nel WRC, potrebbe salutare il circus.

Kris Meeke sembra pronto ad annunciare il suo ritiro dalle competizioni iridate. Dopo aver chiuso la stagione 2019 al sesto posto in classifica iridata a 98 punti (secondo miglior piazzamento in carriera), Meeke non ha ottenuto il rinnovo da Tommi Makinen. Toyota ha preferito puntare su un terzetto completamente diverso rispetto a quello della scorsa stagione. Se Ott Tanak e Jari-Matti Latvala rimarranno nel circus (il primo in Hyundai mentre il secondo correrà alcuni rally con Toyota), Meeke sembra destinato all’abbandono.

Kris Meeke ritiro Toyota WRC
Kris Meeke durante il Rally RACC – Photo Credit: Kris Meeke

Sia la sua età che i recenti risultati non sono dalla parte del pilota irlandese. Conosciuto per essere un pilota molto falloso, Meeke ha sempre chiuso tutti gli appuntamenti mondiali 2019 in zona punti. Fanno da eccezione il Rally di Portogallo, di Finlandia e di Spagna dove non ha visto la bandiera a scacchi. Malgrado la buona velocità, Meeke non è stato confermato per la stagione 2020 alla guida della Toyota Yaris WRC. Le opzioni?

Un ritiro senza alcun acuto. L’opzione più probabile è che Kris Meeke appenda il casco ed i guanti al chiodo. L’irlandese classe ’79 chiuderebbe la sua carriera nel WRC con 104 partecipazioni, 5 vittorie, 13 podi e 95 vittorie di tappa ottenute. Ad eccezione del secondo posto al Rally di Germania 2019, tutti i migliori risultati risalgono agli anni con Citroen, in particolar modo nel periodo 2015-2017.

Kris Meeke Ritiro
Kris Meeke con Citroen – Photo Credit: Citroen Racing

Una stagione part-time con Toyota oppure con M-Sport. Un’altra ipotesi potrebbe essere Ford M-Sport. Meeke potrebbe sostituire Elfyn Evans al volante della Ford Fiesta WRC, affiancando Teemu Suninen. Tuttavia, Esapekka Lappi sembrerebbe il favorito per il sedile. L’ultima opzione potrebbe essere svolgere il ruolo di collaudatore per Toyota e, contemporaneamente, partecipare ad alcune prove mondiali. Cosa succederà?

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA