Attualità

Coronavirus, allarme a Ostia: chiudono Kursaal e La Spiaggia

Ostia Coronavirus. Il Lazio balza al secondo posto tra le regioni per numero di contagi e intanto a Ostia scatta l’allarme in due stabilimenti balneari. 

La situazione coronavirus ad Ostia e nella regione Lazio

Nuovo picco ieri con 137 casi (Lombardia a quota 174) e oltre la metà sono legati ai ritorni dei vacanzieri, oltre a un nuovo decesso: più del 35% sono i rientri dalla Sardegna, ben 52. E si conferma il record negativo di ricoveri, 248, dato più alto d’Italia. Tornavano invece da Mirabilandia gli 8 ragazzi ventenni, che poi hanno partecipato a Ferragosto a una festa allo stabilimento «La Spiaggia» di Ostia: evento affollato e senza mascherine, come hanno riferito agli ispettori della Asl Roma 3 i giovani che sono risultati tutti positivi al Covid-19. E ora è allerta massima per clienti e personale della struttura: il dipartimento Prevenzione ieri ha effettuato un controllo nel lido, richiedendo il registro bagnanti e anche le presenze della festa del 15 agosto. Predisposta la chiusura dell’impianto per la sanificazione e l’avvio dei test ai dipendenti, che dovranno isolarsi. E chiude anche il noto Kursaal: blitz della Asl e sanificazione nello stabilimento simbolo di Ostia con il trampolino panoramico.

Nella gestione dell’emergenza Covid intanto hanno ottenuto un riconoscimento gli scali di Fiumicino e Ciampino: si tratta dell’«Airport health accreditation» rilasciato dall’Aci, Airports council international. Nella Asl Roma 1 sono 18 i casi nelle ultime 24 ore e di questi dodici coinvolgono i rientri. Quattro anche i contagi tra i contatti emersi con un collegamento al cluster della casa di cura delle Ancelle Francescane del Buon Pastore. Nella Asl Roma 2 sono 28 i casi riscontrati, ventuno di rientro. Nella Asl Roma 3 se ne contano 16, tra questi tredici sono di vacanzieri tornati dalle ferie, mentre nella Asl Roma 4 sono 5 i contagi emersi. Otto invece i casi nella Asl Roma 5, ma sono ben trenta quelli della Roma 6, quindici sono rientri e si contano otto contagi con link al cluster del centro accoglienza di Rocca di Papa, «Mondo Migliore», dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nelle province si registrano 32 casi e zero decessi e c’è la Asl di Frosinone che anticipa tutti: ok ai tamponi per chi torna dai paesi a rischio come Spagna o Grecia, ma l’azienda «raccomanda» i tamponi anche per le persone rientrate dalla Sardegna, «per cui si registra particolare numerosità dei casi, in misura minore da Puglia ed Emilia Romagna».

Back to top button