Sport

Kurt Angle – l’eroe olimpico

Kurt Angle prima di iniziare la sua carriera nel mondo del pro wrestling è stato campione olimpico nella lotta libera nel 1996, durante i giochi olimpici di Atlanta. In questo special rivivremo la sua straordinaria carriera nel mondo del pro wrestling

Il debutto in WWF

Kurt Angle - l'eroe olimpico
L’inizio della carriera di Kurt Angle – fonte nationapost.

Nel Kurt Angle 1999 inizia la sua carriera nell’allora WWF con il debutto durante Sunday Night Heat in un segmento con Singh, che gli chiese di soffiarsi il naso con la bandiera americana in cambio di denaro. Kurt Angle rifiutò e colpì l’avversario. La prima gimmick di Kurt Angle infatti fu quella dell’eroe americano. Fortemente sponsorizzato dalla compagnia, che stravedeva per quest’atleta, divenne subito campione europeo e intercontinentale. Nel 2000 difese a Wrestlelmania XVI entrambe le cinture in uno dei match più spettacolari di sempre: un Triple Threat Match con Chris Jericho e Chris Benoit! Tantissima roba.

Il primo titolo mondiale

Dopo aver trionfato nel King of The Ring Kurt Angle iniziò un feud con Triple H, in cui uscì sconfitto. Ormai considerato tra gli atleti più importanti sfidò The Rock per il titolo di campione mondiale e vinse la cintura (2000). Perse la cintura proprio contro The Rock l’anno successivo. Iniziò quindi una rivalità con Chris Benoit per il simbolico riconoscimento di lottatore più tecnico del mondo. Dopo aver trionfato a Wrestelmania XVII Kurt Angle sconfisse nuovamente Benoit in uno Steel Cage Match durante una puntata di Raw is War.

Il feud con Brock Lesnar

Nel 2002 Kurt Angle riesce a tornare campione del mondo WWE grazie all’aiuto di un giovanissimo Brock Lesnar. Angle tradisce però Lesnar decidendo di non concederli il match titolato promesso: ha così inizio il feud. Dopo aver vinto il Royal Rumble Match Brock Lesnar ottiene la sua titleshot e sconfigge Kurt Angle nel Main Event di Wrestelmania XIX. Dopo aver perso la cintura Angle si prese una pausa a causa di un infortunio al collo. Proprio questi problemi sono stati purtroppo una costante nella lunga e vincente carriera dell’eroe olimpico. Tornò l’anno successivo (2004) e riuscì a riprendersi la cintura di campione WWE sconfiggendo lo stesso Brock Lesnar per sottomissione, con la sua celebre Angle Lock. Lo stesso anno fu costretto a fermarsi nuovamente sempre a causa dei problemi al collo. La dirigenza decise così di renderlo General Manager di Smackdown. Proprio in quegli anni si svolgeva la storica faida tra Eddie Guerrero e JBL in cui Kurt Angle aiutò il miliardario texano.

Il ritorno nel ring

Kurt Angle - l'eroe olimpico
Il ritorno nel ring – fonte WWE

Dopo il suo ritorno nel ring iniziò un feud con Big Show, colpevole di averlo gettato nel vuoto quando era un dirigente. Dopo un match vinto dal gigante fu coinvolto anche JBL nel feud. Kurt Angle uscì sconfitto. Ha quindi inizio la rivalità con Shawn Michaels che si concluse con la vittoria di Angle a Wrestelmania XXI in uno spettacolare match, ancora oggi considerato tra i migliori in assoluto.

L’ultima cintura

Sempre nel 2005 Kurt Angle fu spostato nel roster di Raw dove decise di mettere in palio la sua medaglia d’oro olimpica in una serie di open challenge. Perse la medaglia contro Eugene per riconquistarla subito dopo. Torna a lottare per la cintura di campione WWE contro John Cena uscendo però sconfitto in tutti i match disputati. Non si perse d’animo e riuscì a tornare campione un’ultima volta eliminando Mark Henry in una battle royal valida per il titolo reso vacante da Batista. Sempre più tormentato dai suoi problemi al collo, a sorpresa Kurt Angle decise di ritirarsi il 25 agosto 2006.

Angle tra TNA e problemi legali

Dopo la fine della sua carriera in WWE Kurt Angle ha avuto seri problemi con la giustizia: è stato arrestato ben due volte per guida in stato d’ebbrezza. Nello stesso periodo ha fatto parte dello show TNA diventando più volte campione.

Dalla Hall Of Fame al licenziamento

Kurt Angle - l'eroe olimpico
Il ritorno di Kurt Angle sul ring a TLC – fonte WWE

Nel 2017 Kurt Angle è stato introdotto nella Hall Of Fame della WWE. L’eroe olimpo è tornato in federazione lo stesso anno diventando General Manager di Raw. Nonostante il ruolo dirigenziale ha affrontato alcuni match, tra cui uno in cui ha fatto parte della storica stable The Shield. Ha anche combattuto come partner di Ronda Rousey a Wrestelmania sconfiggendo Triple H e sua moglie Stephanie. Nel 2020 è rimasto vittima della lunghissima scia di licenziamenti effettuati dalla WWE a causa dell’emergenza Covid-19. Tuttavia è apparso subito dopo come arbitro speciale a NXT. La sua carriera avrà una nuova alba o stavolta è finita davvero?

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia : https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

Pagina Facebook Metropolitan Wrestling : https://www.facebook.com/wrestlingmetropolitan

Twitter Metropolitan Magazine Italia : https://wwww.twitter.com/MMagazineItalia

Back to top button