Musica

“La genesi del tuo colore”, il testo del brano di Irama

“La genesi del tuo colore” è il nuovo singolo di Irama presentato al 71° Festival Di Sanremo, classificatosi al quinto posto. Stasera l’artista sarà tra gli ospiti di “Amici”, talent che l’ha visto trionfare nel 2018. Nello show di Canale 5 in onda a partire dalle 21:40 proporrà il brano attualmente nell’AirPlay radiofonico.

Il brano scritto da Irama, Giulio Nenna e Dardust è stato eseguito nella seconda serata della kermesse canora. A causa della positività al Covid di un membro dello staff del cantante, per poter permettere a Filippo Maria Fanti (vero nome di Irama, ndr) fu mandato in onda il video della prova generale registrato nei giorni precedenti. Lo stesso giorno è stato lanciato il video ufficiale del brano sul canale YouTube ufficiale. La storia si sviluppa nell’autodromo nazionale di Monza e vede la partecipazione di Beatrice Barichella e Roberto Galano. La regia è di Gianluigi Garella

La genesi del tuo colore: il testo del brano

Non sarà la neve
A spezzare un albero
Avessi finito sarebbe stato meglio
Di averti visto piangere in uno specchio
E mi manca la tua voce ormai
Ora che, ora che, ora che sei qui
Io sono qui
Ci vestiremo di vertigini
Mentre un grido esploderà
Come la vita quando viene

Mai smetterai canterai
Perderai la voce
Andrai, piangerai, ballerai
Scoppierà il colore
Scorderai il dolore
Cambierai il tuo nome

Avessi finito sarebbe stato meglio
Hai poco tempo ormai
Per vivere una vita che non sentirai
Chiudo il sole in un attimo
Anche se non dormirò oh
E i pensieri passano
Come eclissi resti qui
Io resto qui
E danzeremo come i brividi
Mentre la vita suonerà
Con le dita tra le vene

Mai smetterai canterai
Perderai la voce
Andrai, piangerai, ballerai
Scoppierà il colore
Scorderai il dolore… 

Seguici su

Facebook

Instagram

Metrò

Metrò Music

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button