Arte e Intrattenimento

La Gioconda, un quadro enigmatico

Adv

Va in onda oggi alle 21 Leonardo, la serie evento di Rai 1. In occasione della nuova puntata di oggi 6 aprile, scopriamo insieme il quadro più famoso dell’artista, la Gioconda. È il quadro più enigmatico della storia dell’arte, con il suo mezzo sorriso e la sua posa.

La Gioconda, nota anche come Monna Lisa, è un quadro a olio risalente al 1503. L’artista è il notissimo Leonardo da Vinci, una delle figure più importanti della storia italiana. Sia il quadro che l’artista non hanno bisogno di molte presentazioni, dato che la loro fama li precede. Ma vediamo insieme alcuni dettagli fondamentali di questa bellissima opera d’arte.

La Gioconda al Louvre - PhotoCredit: © exibart.it
La Gioconda al Louvre – PhotoCredit: © exibart.it

La Gioconda: storia e curiosità

Il dipinto risale appunto al 1503. Leonardo ritrae un volto di donna a mezzo busto che sorride. Il suo sorriso è la parte più interessante di tutto il quadro: la Gioconda non ride, ma non è seria. Si trova attualmente al Museo del Louvre, e questo è da anni oggetto di dibattito tra appassionati, che sostengono che il dipinto dovrebbe trovarsi in Italia. In realtà, fu lo stesso Leonardo a portarla con se quando si trasferì in Francia, donandola al re.

La donna nella foto è Lisa Gherardini, moglie del mercante fiorentino Francesco del Giocondo. In realtà, l’opera non arriverà mai al committente, perché fu per Leonardo esercizio di stile, grazie al quale potè perfezionare la sua tecnica pittorica e di disegno. Di conseguenza, il dipinto non verrà mai concluso.

Il quadro seguirà il pittore fino alla sua morte, accompagnandolo nei suoi viaggi e nella sua ultima dimora ad Amboise, dopodiché verrà acquistato dal re Francesco I. È curioso come, dividendo il volto della donna esattamente a metà, si ottengano due espressioni differenti: a sinistra una donna seria e matura, a destra una donna giovane e sorridente. Questo è il vero mistero di uno dei quadri più famosi della storia dell’arte.

Marianna Soru

Seguici su
Instagram
Facebook

Metrò

Adv
Adv
Adv
Back to top button