CalcioCronacaSport

La notte della Joya

Serata perfetta per le italiane impegnate in Champions ieri sera. La Roma in netta ripresa dopo il derby vinto con la Lazio, ha schiantato il Viktoria Plzen con un secco 5 a 0, mentre la Juventus ha sbrigato la pratica Young Boys vincendo per tre reti a zero. Per i bianconeri si tratta del nono successo su nove partite, tra campionato e coppe. La prima senza Cristiano Ronaldo, costretto a vedere i suoi compagni dalla tribuna dopo la discutibile espulsione rimediata contro il Valencia. In mancanza della stella Portoghese ci ha pensato Paulo Dybala ha prendersi tutti i riflettori. L’argentino dopo un’avvio di stagione cosi cosi, ieri sera ha sfoderato una prestazione notevole portandosi a casa il pallone grazie alla tripletta realizzata. La Joya ha aperto le danze dopo appena 5 minuti, sfruttando al meglio un lancio dalla lunga distanza di Bonucci, con un colpo d’interno al volo ha trafitto il portiere elvetico.

Mg Torino 02/10/2018 – Champions League / Juventus-Young Boys / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: gol Paulo Dybala

Poco dopo la mezz’ora sfrutta una respinta di Von Ballmoos su tiro di Matuidi, per insaccare il due a zero. Il terzo pallone lo deve solo spingere dentro dopo una splendida azione corale di tutta la squadra. Se non bastasse, svariate occasioni, un rigore palese non fischiato e un espulsione su Camara. Insomma nonostante il tasso tecnico non eccelso dell’avversario, la prestazione del numero 10 ora crea un piacevole grattacapo nella testa di Mister Allegri. Trovare la giusta collocazione in campo e farlo coesistere con Cristiano Ronaldo. Dybala ai microfoni della Uefa circa la sua prestazione ha dichiarato “Penso sia stata una bella partita per e per la squadra, abbiamo fatto anche divertire i tifosi che sono venuti, e andiamo a casa tranquilli perchè abbiamo fatto quello che ci ha chiesto il mister.” Sulla Champions l’argentino ha aggiunto “Abbiamo degli obiettivi in testa, che sono quelli di vincere tutte le competizioni che giochiamo, ovviamente c’è tanta emozione per la Champions e penso sia giusto. Non dobbiamo mollare un centimetro questa cattiveria e questo livello che stiamo avendo perché stiamo facendo bene e adesso dobbiamo alzare l’asticella.” Insomma un Dybala in gran spolvero, motivato per riprendersi il ruolo da protagonista nella vecchia signora.

Luca Pradella

Back to top button