Arte e IntrattenimentoMetropolitan Today

La prima edizione del Festival di Sanremo

Adv

Nel Metropolitan Today di oggi ricordiamo un evento simbolo della cultura italiana. Si tratta infatti della prima edizione del Festival di Sanremo, inaugurato il 29 gennaio 1951. Il festival è andato in onda dal 29 al 31 gennaio 1951, alle ore 22. L’idea di creare una gara di canzoni che si potesse svolgere nel Casinò di Sanremo fu un colpo di genio di Pier Busseti, il gestore. Infatti, fece fortuna il suggerimento di Amilcare Rambaldi, fioraio e consulente del Comune di Sanremo. Tra l’altro, aveva anche proposto di organizzare la rassegna su una nave.

La prima edizione del Festival di Sanremo vede come conduttore Nunzio Filogamo, per un totale di venti canzoni. Ma furono solo tre i partecipanti: Nilla Pizzi, Achille Togliani, e il Duo Fasano. A vincere fu la celebre Grazie dei fiori, interpretata da Nilla Pizzi ma composta dal maestro Saverio Seracini, poco dopo essere diventato improvvisamente cieco poco prima.

La prima edizione del Festival di Sanremo
La locandina della prima edizione del Festival di Sanremo – PhotoCredit: © italiacanora.net

La prima edizione del Festival di Sanremo: i dettagli

Per i primi due giorni, ogni sera venivano presentate dieci canzoni. Al termine di ogni serata, il pubblico esprime il suo voto per le cinque migliori; alla terza sera, la finale, vengono votate le presunte vincitrici, e annunciate le tre sul podio. Le canzoni del Festival poi vennero pubblicate su dei dischi 78 giri, dalla casa produttrice Cetra, che aveva sotto contratto i tre partecipanti.

Un dettaglio quasi divertente, ripensando alle edizioni contemporanee, è che il Festival ebbe scarsissima risonanza mediatica, addirittura disprezzato. Addirittura, per la seconda serata gli organizzatori dovettero cercare dei partecipanti per i tavolini del pubblico rimasti vuoti, a causa del costo del biglietto di ben 500 lire. Quest’anno, causa Covid, le sorti del Festival sono segnate dalla pandemia. Ma siamo tutti in ansia per uno dei momenti diventati simbolo della cultura e della musica italiana.

Marianna Soru

Seguici su
Twitter
Instagram
Facebook

Metropolitan Arts & Lifestyle

Adv
Adv
Adv
Back to top button