Arte e Intrattenimento

La smorfia napoletana: cos’è e a cosa serve

Adv

Tutti sognano, è un’attività che chiunque fa durante il sonno e che è da secoli oggetto di studio. I sogni, infatti, hanno sempre affascinato gli studiosi, tra cui non è possibile non citare il celebre psicoanalista austriaco Sigmund Freud, il quale ha dedicato diverse opere a questa materia affascinante, la più conosciuta è sicuramente l’interpretazione dei sogni. Con il passare degli anni infatti si è compreso che il sogno può avere un significato ben preciso, suscettibile di essere interpretato da chi ne ha le competenze. Un altro esempio emblematico dell’importanza dei sogni è rappresentato dalla smorfia napoletana, ovvero un vero e proprio dizionario dei sogni dalla A alla Z, capace di tradurre in concetti le immagini che il cervello proietta durante le ore di riposo.

Cos’è la smorfia


Le origini della smorfia sono davvero antichissime, alcuni studiosi infatti ritengono che possa essere fatta risalire fino alla Cabala ebraica, secondo la quale ogni parola e segno contenuto nella bibbia abbia in sé un ulteriore significato latente. In parole povere, la smorfia ci permette di comprendere ciò che la mente ci vuol comunicare, ovviamente c’è anche chi è più scaramantico e ritiene che i sogni possano essere una sorta di monito da ascoltare per non commettere errori. Altri ancora invece, ritengono che il termine “smorfia” derivi proprio da “Morfeo”, ovvero il Dio dei sogni.

Interpretazione dei sogni

Molte volte è possibile comprendere i desideri e le paure di una persona più dai suoi sogni che dalle sue parole. L’interpretazione dei sogni, infatti, è un’attività che permette di comprendere ad analizzare tutto ciò che sfugge alla razionalità del pensiero. È risaputo infatti che quando si sogna, è il subconscio a farne da padrona, la parte irrazionale del cervello umano. In parole povere, i sogni non sono e non possono essere razionali, infatti il soggetto sognante non può gestire ciò che fa durante l’attività onirica, e il loro carattere e le loro sfumature possono sconvolgerci, ma al tempo stesso comunicarci qualcosa. Ebbene, se non si è esperti di psicologia o non si ha voglia di rivolgersi ad uno psicologo, è sempre possibile consultare il libro dei sogni e cercare di ricostruire il significato e il senso del sogno fatto durante la notte precedente. In genere quest’attività era particolarmente importante negli anni passati, tempo fa infatti si pensava che chi sognasse topi, avrebbe potuto avere problemi di salute o addirittura essere impossessato da un demonio, il che ha indotto a ritenere, anche nelle attuali credenze popolari, che sognare un topo sia un cattivo auspicio. Tuttavia, c’è anche chi pensa che se si sogna un topolino solitario e di piccole dimensioni, possa essere di buon auspicio. Viceversa, sognare il serpente che striscia potrebbe avere innumerevoli significati, ad esempio c’è chi lo associa al sesso maschile, chi invece lo associa all’inganno e alla malvagità delle persone, come una sorta di insidia che si avvicina all’orizzonte, viceversa, c’è chi pensa che se si sogna questo rettile mentre fa la muta della pelle, potrebbe indicare un cambiamento imminente.

Adv
Adv

Alessia Spensierato

Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."
Adv
Back to top button