Gossip e TV

La storia e il passato di Nicola Pisu: “Mia madre mi ha denunciato e mi ha salvato”

In passato Nicola Pisu ha vissuto un periodo di dipendenza e ha raccontato questa parentesi del suo passato a Giucas Casella, subito dopo la puntata. L’illusionista ha ascoltato quanto ha avuto da dire. Nicola Pisu ha rivelato come ha vissuto quei momenti, spiegando anche di aver ricevuto una denuncia da parte della madre Patrizia Mirigliani. Ecco le parole raccolte da Biccy e Isa e Chia:

«Non tutti ti rimangono accanto, ma lo capisco anche. Perché non è facile stare vicino ad una persona che fa certe cose. Gli amici che ti vedono così e spariscono, adesso infatti me ne sono rimasti 3 o 4 non di più». 

«Sono rimasti quelli veri e gli altri se ne sono andati. Se lavoro?  Allora, io avrei un impiego, che è quello di mia madre, di portare avanti Miss Italia. Per l’altro discorso sono riuscito ad uscirne fuori, ma non è stato facile».

Il passato di Nicola Pisu

Nicola Pisu ha raccontato che non è stato per nulla facile affrontare una situazione simile, perché si è accorto che a causa di questa situazione ha rischiato di perdere tutto. Per questo grazie a un percorso specifico è riuscito a rialzare la testa e uscirne nel migliore dei modi:about:blank

«Per me è stata una vittoria, ma non è stato semplice. Devo dire che ho toccato il fondo. Quando hai tutto… c’è gente che non ce la fa. Io ho fatto percorsi terapeutici in comunità. Però non ero forzato, lo volevo. Vedevo che perdevo tutto, gli affetti, l’amore.»

Trovandosi con le spalle al muro, senza più un appiglio a cui aggrapparsi, Nicola Pisu ha voluto dare una svolta decisiva alla sua vita. Ecco quanto ha raccontato il ragazzo al Grande Fratello Vip 6:

«Così mi è scattata una cosa “ma che cavolo sto facendo?”. In più ho avuto la denuncia di mia madre e mi sono svegliato. Ho amici che ne sono usciti dopo tanti anni, quindi non sono l’unico ad avercela fatta. Rischi la morte, l’infarto a fare certe scelte di vita. La mia è stata una strada lunga, un tira e molla.»

In un’intervista concessa a Tpi, la madre Patrizia Mirigliani ha rivelato di essersi vista costretta a denunciare il figlio Nicola Pisu in passato.

“Ho denunciato mio figlio per salvarlo -ha fatto, quindi, sapere sul conto del 31enne- è il più grande dolore della mia vita, ma non avevo scelta”. E nel suo ultimo intervento ha palesato di sentirsi allo stremo delle forze, confidando di aver impiegato tempo ed energie per aiutare il figlio ad uscire dal circolo vizioso delle sue dipendenze: “L’ho portato in sette comunità. Se sono arrivata al punto di denunciare mio figlio, è perché sono distrutta”.

L’unico figlio avuto dalla patron di Miss Italia è stato allontanato dall’abitazione familiare -dove risiedeva fino all’altro ieri- col braccialetto elettronico (che registrerà gli spostamenti del ragazzo, ndr), in quanto sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla madre. Il giovane è tenuto a restare ad almeno 400 metri di distanza da Patrizia Mirigliani. Questo perché due giorni fa, il giudice ha attivato il codice rosso a tutela della donna, che ha denunciato il figlio per estorsione, minacce e violenza.

La madre del 31enne non ha nascosto quanto fosse stato difficile per lei giungere alla scelta di denunciare il suo unico figlio: “Per una mamma denunciare un figlio è una cosa terribile. Io vorrei tanto che Nicola avesse una vita normale, una ragazza, una famiglia, è un dolore vedere un figlio che non trova una sua dimensione. Io spero che nessuno di un certa tv si nutra di questo gossip. La mia è una tragedia, se deve diventare pubblica che sia un messaggio per i genitori che come me vivono questo dramma: arrivati a questo punto di non ritorno, denunciate per salvare i vostri figli”. “Io ho dovuto denunciare Nicola per salvarlo -ha inoltre sottolineato, per poi non nascondere di nutrire la speranza che Nicola possa dare una svolta alla sua vita un giorno-, è pieno di mamme che sono costrette a farlo. Non avevo scelta. Non abbiamo scelta. Sono stata sola in una battaglia più grande di me. Ho sperato tanto in un bel finale, è stato in questi 12 anni il più grande sogno della mia vita. Chissà che questa, nel dolore più atroce, non sia una svolta”.

Adv
Adv
Back to top button