Attualità

La vittoria di Boric in Cile: esulta la sinistra

La vittora di Boric in Cile è clamorosa. Santiago, 19 dicembre 2021: alle elezioni presidenziali trionfa Boric ribaltando il risultato del primo turno. I suoi sostenitori, esultanti, scendono in piazza per salutarlo e dargli il benvenuto.

Il Cile si sveglia con un nuovo Presidente: il 35enne Gabriel Boric si impone con il 55,8 delle preferenze sul candidato dell’estrema destra José Antonio Kast. Gli spettri di un ritorno a un regime autoritario sono stati sconfitti, il neopresidente Boric vince con una coalizione molto ampia che va dal partito Comunista a altre formazioni del Centrosinista. Il momento è storico.

Gabriel Boric, chi è e i suoi inizi

La vittoria di Boric in Cile: nato nel 1986 a Punta Arenales, da giovane gli anni della dittatura di Augusto Pinochet li vive attraverso i racconti degli altri. Lui e la sua generazione percorrono il periodo della transizione verso un Paese democratico attraverso l’attivismo politico e le manifestazioni studentesche.

Un episodio significativo che lo vede protagonista è il suo impegno per opporsi all’aumento del biglietto della metropolitana a fianco degli studenti; siamo nel 2019 e questo movimento di protesta crescerà negli anni. Boric aveva già cercato un’uscita dalla crisi politica della sinistra dando vita a un’assemblea costituente per riscrivere la Costituzione figlia del dittatore Pinochet.

La vittoria di Boric: si attendono cambiamenti strutturali

La capacità di Boric di dialogare, e che rappresenta la sua forza, fa ben sperare il popolo cileno che attende di essere governato da una nuova e incisiva forza politica di centrosinistra. Vicino ai movimenti femministi, studenteschi e dei lavoratori, la sua carica presidenziale potrebbe dare nuova spinta anche agli altri Paesi sudamericani.

La sfida del nuovo Presidente cileno è ardua: riuscire a mettere in atto tutte quelle riforme strutturali necessarie a una rinascita democratica del Paese. Lo chiamano “miracolo cileno” e anche l’economista Noam Titelman ha ben sintetizzato il programma di Boric: “Democratizzare la democrazia”.

Back to top button