Dopo “Quello che volevo” e “Dinosauro chicLarèt torna con un nuovo singolo, intitolato “Bombe  a mano“, chiusura perfetta di un anno ricco di soddisfazioni  per la cantautrice romana. Un progetto che mette in risalto ancora una volta, le sue eccellenti doti di autrice e compositrice  di testi firma in calce dei suo percorso musicale ed artistico. “Bombe a mano” disponibile  dal prossimo 30 Dicembre  (ROMOLO DISCHI con distribuzione pirames international) racconta di un addio, di quando è più utile lasciare andare una persona, che rimanerci accanto.

<<BOMBE A MANO– di Larèt – perché certe persone fa più male abbracciarle che lasciarle andare, lasciare in sospeso il passato e fare i conti con il bilico, le stanze strette, i vuoti>>

Qui il video di “Dinosauro chic”

Larèt – Dinosauro Chic

Qui il video di “Quello che volevo (non sei te)”

Larèt – Quello che volevo (non sei te)

BIO Larèt nasce in un giorno d’Estate trenta anni fa, già con la voglia di cantare. Nel 1993 compie 4 anni e sua madre le regala un microfono giocattolo tutto giallo, così ha inizio la sua carriera: canta sul tavolo della cucina dei suoi nonni durante le cene di Natale, canta ai compleanni, canta mentre accompagna sua madre a fare la spesa, canta in bicicletta e sulle giostre. La nonna le regala le prime lezioni di voce. Allora canta in motorino, mentre va a lezione, canta durante e canta nel tragitto verso casa. Canta a ricreazione, canta mentre dà il suo primo bacio. Gira per l’Europa e canta, canta nei locali, nelle piazze, negli hotel e pure nelle strade e sui marciapiedi. Torna a Roma e si laurea in Recitazione, per gioco. Nel cassetto, assieme ai sogni, Larèt conserva fogli e parole, testi e note musicali. Apre il cassetto, allora, e decide di dare voce ai suoi desideri. Ha all’attivo i due singoli “Dinosauro Chic” e “Quello che volevo”.

Ufficio Stampa Metropolitan Magazine Italia

ufficiostampa@metropolitanmagazine.it

“Bombe a mano” di Larèt su Spotify

© RIPRODUZIONE RISERVATA