Lazio-Roma, il mercato è un problema da risolvere

Il mercato di Tare e di Monchi, al momento, non ha portato benefici alle due squadre romane. Inzaghi, all’interno del suo 3-5-2, non è riuscito a dare spazio ad i nuovi acquisti. Correa, il fiore all’occhiello del calciomercato laziale, ha finora giocato solo qualche scampolo di partita. L’ex capitano della Fiorentina Badelj, dopo essere partito titolare alla prima giornata a causa della squalifica di Leiva, non è riuscito a ritagliarsi il suo spazio. Durmisi, pagato 6,5 milioni, al momento non si ancora dimostrato all’altezza e contro il Napoli difatti, nonostante Lukaku fosse indisponibile e Lulic squalificato, mister Inzaghi ha preferito schierare Caceres come esterno a sinistra piuttosto che il 24enne danese. Il solo titolare inamovibile, Acerbi, è l’unico giocatore voluto fortemente dal mister piacentino. Il mercato dei biancocelesti, nonostante non sia stato completo, ha comunque migliorato il livello della rosa in particolare per quanto riguarda il centrocampo: ora la palla passa ad Inzaghi che, da bravo allenatore qual è, dovrà trovare il modo di far giocare i giocatori di qualità anche a costo di cambiare il tanto caro 3-5-2. Discorso completamente diverso è invece quello che riguarda la Roma di Monchi e di Di Francesco. Sono partiti grandi giocatori come Alisson, Nainggolan ed in ultimo Strootman e sono arrivati in cambio giovani di belle speranze come Kluivert, giocatori da rilanciare come Pastore, e qualche certezza come Nzonzi e Cristante. La sostituzione del fuoriclasse brasiliano Alisson non è avvenuta: nonostante Monchi abbia acquistato tre nuovi portieri la Roma si trova infatti senza un estremo difensore di livello. Nel reparto arretrato mancano dei validi sostituti, mentre a centrocampo e in attacco c’è un’abbondanza eccessiva di giocatori. Ora queste problematiche ricadranno su Di Francesco che, in queste prime partite, ha fatto vedere di non avere ancora capito quale sia il modo migliore per mettere in campo questa nuova Roma.

Luca Fiorelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA