Basket

LBA: la Virtus fa il vuoto, cadono le inseguitrici

Nella 21^ giornata di LBA non sbaglia la Virtus Bologna, bene anche Milano, cadono Sassari e Brescia

La capolista di LBA non sbaglia

Virtus Segafredo Bologna – Carpegna Prosciutto Basket Pesaro (LBA). Photo by FotoSchicchi.

Sembra non voler proprio fermare la propria marcia la Virtus Bologna, che vince l’anticipo della 21^ giornata di LBA, portando a casa la vittoria numero 18 su 20. Le vu nere piegano agilmente le resistenze del fanalino di coda Carpegna Prosciutto Basket Pesaro.

Il risultato premia la Virtus con il punteggio di 106-89: è il terzo quarto a regalare il successo ai padroni di casa, che spezzano in due la partita grazie ad un parziale monstre di 29-11. Ben sette i giocatori in doppia cifra per la Virtus, la quale orfana di Stefan Markovic vola sulle ali dell’entusiasmo di Milos Teodosic, autore di 15 punti e 8 assist: vanno in doppia cifra anche Vince Hunter (15 punti), David Reginald Cournooh (13 punti), Filippo Baldi Rossi (12 punti), Giampaolo Ricci (11 punti, 8 rimbalzi e 7 assist), Kyle Weems (11 punti) ed il neo acquisto Devyn Marble (10 punti).

Per la seconda partita consecutiva Pesaro subisce più di 100 punti: non bastano agli ospiti i 18 punti del solito Jaylen Barford e i 15 di Troy Williams per evitare la diciottesima sconfitta stagionale.

Crollo delle inseguitrici

Il successo contro Pesaro permette alla Virtus di allungare a +6 sul Banco di Sardegna Sassari, superata a fil di sirena dall’Allianz Pallacanestro Trieste.

Sassari infatti cade 83-82 all’Allianz Dome: il giustiziere dei sardi è “El Lobito” Juan Fernandez, che realizza il tiro della vittoria per i padroni di casa. Il play argentino è anche il miglior marcatore della sfida con 23 punti, sostenuto dai 17 punti del compagno di squadra DeQuan Jones.

In zona salvezza è una vittoria importantissima per Trieste, ancora penultima, la quale aggancia la OriOra Pistoia. Per Sassari invece è la seconda sconfitta consecutiva: vani i 15 punti a testa per Miro Bilan e Curtis Jerrels per evitare un alto KO.

Dolomiti Energia Trentino – Germani Basket Brescia (LBA). Photo by Montigiani.

Raccoglie la seconda sconfitta consecutiva anche la Germani Basket Brescia, che cade alla BLM Group Arena contro i padroni di casa della Dolomiti Energia Trentino. Partita dal punteggio bassissimo, infatti Trento trionfa per 63-56: decisivo Rashard Kelly, game high con 14 punti, mentre Awudu Abass è il miglior realizzatore dei lombardi con 11 punti a referto.

Nonostante la sconfitta Brescia mantiene il terzo posto, mentre Trento con la terza vittoria nelle ultime quattro partite aggancia la zona Playoff.

I match da zona Playoff

Ad approfittare dei KO di Sassari e Brescia sono principalmente A|X Armani Exchange Milano e Vanoli Cremona, che ricuciono sensibilmente lo strappo.

Milano ha la meglio in un vero e proprio spareggio Playoff della Happy Casa Brindisi: i meneghini espugnano il PalaPentassuglia con il punteggio di 77-74. Grande prova per Kaleb Tarczeswki, che chiude il match con 16 punti e 8 rimbalzi, sostenuto dai 17 punti realizzati da Keifer Sykes.

Si ferma invece la striscia di tre vittorie consecutive di Brindisi, la quale si affida al duo americano formato da Tyler Stone (21 punti) ed Adrian Banks (17 punti), non riuscendo ad evitare la sconfitta.

Brindisi viene proprio agganciata al quinto posto dalla Vanoli Cremona, che nel posticipo serale ha la meglio della Grissin Bon Reggio Emilia per 95-93. Al PalaRadi i padroni di casa chiudono sotto di 18 punti il primo quarto, ma poi rientrano in partita e portano a casa la quarta vittoria consecutiva.

Vanoli Cremona – Grissin Bon Reggio Emilia (LBA). Photo by Vanolibasket.

Jordan Mathews guida la Vanoli con 19 punti, mentre il solito Ethan Happ sfiora la doppia doppia coi suoi 18 punti e 9 rimbalzi. Dopo due vittorie consecutive si ferma Reggio Emilia, vani i 23 punti di Simone Fontecchio e i 22 di Darius Johnson-Odom.

L’altro scontro Playoff ha visto cadere nuovamente i Campioni d’Italia dell‘Umana Reyer Venezia, fermati dalla S.Bernardo Cinelandia Cantù. I canturini si riavvicinano sensibilmente alle “magnifiche otto” trovando il successo per 81-77.

Partita punto a punto, decisa da giocate individuali: tra le fila di Cantù Kevarrius Hayes è il miglior marcatore con 14 punti, mentre sono vani per Venezia i 17 punti realizzati da Austin Daye.

Successi salvezza

Sul fondo della classifica respira la OriOra Pistoia, che porta a casa un successo importantissimo sul campo della Virtus Roma: gli ospiti vincono per 81-80 grazie al game winner di Justin Johnson, il quale lascia solo 1.9 secondi sul cronometro.

Johnson chiude con 20 punti, così come Terran Petteway: continua invece la crisi capitolina, i 25 punti di Buford infatti non evitano alla Virtus la settima sconfitta consecutiva. Ora la zona retrocessione per Roma si trova a soli due punti di distanza.

Respira a pieni polmoni anche la Dè Longhi Treviso, che con la seconda vittoria consecutiva si porta a +4 dalla zona calda: i trevigiani acuiscono la crisi della Fortitudo Bologna, alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite.

Netta vittoria per 78-66 per Treviso: è il duo formato da Amedeo Tessitori (18 punti) e Isaac Fotu (16 punti) a confezionare il successo dei padroni di casa, vani per la Fortitudo i 21 punti di Pietro Aradori.

Risultati e Classifica di LBA

I risultati completi della 21^ giornata:

Happy Casa Brindisi – A|X Armani Exchange Milano 74-77
Virtus Segafredo Bologna – Carpegna Prosciutto Basket Pesaro 106-89
S.Bernardo Cinelandia Cantù – Umana Reyer Venezia 81-77
Dolomiti Energia Trentino – Germani Basket Brescia 63-56
Virtus Roma – OriOra Pistoia 80-81
Allianz Pallacanestro Trieste – Banco di Sardegna Sassari 83-82
Dè Longhi Treviso – Fortitudo Pompea Bologna 78-66
Vanoli Cremona – Grissin Bon Reggio Emilia 95-93
Riposa: Openjobmetis Varese

La classifica aggiornata dopo la 21^ giornata:

  1. Virtus Segafredo Bologna 36
  2. Banco di Sardegna Sassari 30
  3. Germani Basket Brescia 26
  4. A|X Armani Exchange Milano 26
  5. Vanoli Cremona 24
  6. Happy Casa Brindisi 24
  7. Fortitudo Pompea Bologna 20
  8. Umana Reyer Venezia 20
  9. Dolomiti Energia Trentino 20
  10. S.Bernardo Cinelandia Cantù 18
  11. Openjobmetis Varese 18
  12. Grissin Bon Reggio Emilia 18
  13. Dè Longhi Treviso 16
  14. Virtus Roma 14
  15. OriOra Pistoia 12
  16. Allianz Pallacanestro Trieste 12
  17. Carpegna Prosciutto Basket Pesaro 2

Seguici su Facebook e Twitter!


Back to top button