Basket

LBA Serie A, il programma della domenica

Siamo alla tredicesima giornata di LBA Serie A.Turno che vede riposare Brescia. I due anticipi del sabato hanno visto imporsi Virtus Roma e Virtus Bologna, rispettivamente contro Trento e Brindisi. Andiamo a scoprire cosa ci riserverà questa domenica …

LBA Serie A, Dinamo Sassari-Fortitudo Bologna

Apre il programma domenicale di LBA Serie A il lunch match del PalaSerradimigni tra la Dinamo Banco di Sardegna e la Pompea Fortitudo Bologna. Una sfida mai banale per coach Gianmarco Pozzecco, 104 gare con 876 punti in maglia Effe. In settimana i sardi si sono imposti in Lituania contro il Lietkabelis, continuando la marcia verso gli ottavi di BCL. Nella trasferta baltica si è rivisto finalmente un buon McLean, ora ritornato ai suoi livelli e ad allenarsi con professionalità, dopo le distrazioni causate dal mercato. Sassari, in campionato, nell’ultimo turno ha sconfitto Brindisi e ora si appresta ad affrontare un trittico di partite in casa in cui, oltre alla Fortitudo, inseriamo l’altra bolognese e la sfida europea contro il Turk Telekom Ankara. Quest’oggi Marco Spissu festeggerà la centesima presenza in maglia bianco-blu. La Fortitudo Bologna si presenta a questa sfida con l’entusiasmo e la leggerezza di chi non ha nulla da perdere, ma possiede il diritto di sognare in grande. Le tre vittorie consecutive, non solo hanno allontanato gli uomini di Martino dalla zona retrocessione, ma rendono ancora più concreta la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. I bolognesi si presentano praticamente al completo, l’unica assenza è quella del giovane Dellosto. La trasferta di Sassari richiede una grande attenzione dal punto di vista dell’intensità, ma soprattutto la giusta energia mentale per non farsi distrarre dal pensiero del derby natalizio. I 6 precedenti vedono 3 vittorie per parte.

LBA Serie A, Venezia-Olimpia Milano

Alle 17 l’Umana Reyer Venezia ospita, in un Taliercio sold-out,l’Armani Exchange Milano, per quello che si può considerare il big match di questa domenica. La Reyer arriva dall’importante successo di EuroCup contro Limoges, che ha permesso ai lagunari di ottenere matematicamente la testa del Gruppo B. Dalla trasferta francese, però, Venezia torna con un Austin Daye alle prese con un problema muscolare. L’americano è ancora in dubbio così come Julyan Stone, mentre sembra dover rientrare De Nicolao. La sfida con Milano assume motivazioni superiori al blasone dell’avversario, vista la necessità di fare punti per rientrare in zona playoff. Ora i Campioni d’Italia si ritrovano in decima posizione con un record di 5 partite vinte e 7 perse, frutto delle 0 vittorie lontano dal Taliercio. Milano è in un momento di grave crisi. Se la situazione in campionato sorride agli uomini di Ettore Messina con 3 successi consecutivi, non si può dire lo stesso del rendimento in Eurolega. L’Olimpia, contro l’Asvel, ha subito la quarta sconfitta consecutiva dopo aver chiuso il primo tempo sul +7, scivolando così in ottava posizione. Il troppo nervosismo e le assenze pesanti stanno influendo tantissimo sugli ultimi risultati. Pure due stelle come Scola e Rodriguez stanno vivendo un momento di appannamento. Mentre l’argentino non sta bene fisicamente, lo spagnolo sembra anch’esso essere invischiato in quel vortice di sofferenza mentale in cui è piombata la squadra. Gara numero 92 tra le due compagini, l’Olimpia guida con 72 vittorie.

Reggio Emilia-Trieste

Alle 17.30, al PalaBigi, andrà in scena la sfida tra Grissin Bon Reggio Emilia e l’Allianz Trieste. Due squadre dagli umori simili, visto che entrambe si presentano al match con una sconfitta alle spalle. La Grissin Bon arriva da due k.o. consecutivi contro Milano e Treviso, che mettono in grande difficoltà gli uomini di coach Buscaglia per la corsa alle Final Eight di Coppa Italia. L’ex allenatore di Trento vede nei suoi un sentimento di rivalsa, ma per imporsi su Trieste, oltre a questo, servirà maggiore continuità sia mentale sia per quanto riguarda la qualità del gioco. Reggio dovrà fare a meno di Cipolla, ma può contare su Mekel, tuttavia non al meglio. Trieste condivide la penultima posizione con Pistoia e nell’ultimo turno è stata battuta pesantemente al PalaEur dalla Virtus Roma. Mai come ora è importante ottenere i due punti, approfittando della situazione incerta degli avversari. I giuliani possono affidarsi alle realizzazioni di Jones e all’atletismo di Mitchell, protagonisti di interessanti duelli con, rispettivamente, Fontecchio e Owens .

Varese-Pesaro

Alle 18 l’Openjobmetis Varese ospita la Carpegna Prosciutto Pesaro. Varese non può sbagliare questa partita per nessuna ragione al mondo. Innanzitutto perchè siamo arrivati al rush finale per la corsa alle Final Eight,ma soprattutto Varese non può iniziare a perdere punti importanti anche in casa, visto il cammino disastroso lontano da Masnago. I varesotti hanno bisogno di ritrovare quella fluidità offensiva mancata nel secondo tempo contro Cantù ed è, quindi, chiamato al riscatto Josh Mayo che, nonostante i 19 punti, è sembrato un po’ fuori ritmo. Pesaro arriva dalla sconfitta proibitiva contro Milano, combaciata con l’esordio sulla panchina marchigiana di coach Giancarlo Sacco. Nel roster pesarese spicca senza dubbio la presenza di Jaylen Barford, il quale, alla prima stagione in Europa, viaggia con una media di 17 punti a partita.

Cantù-Universo Treviso

Alle 18.30 spazio alla sfida del PalaDesio tra l’Acqua San Bernardo Cinelandia Cantù e la Dè Longhi Treviso. Cantù arriva dal successo nel derby contro Varese ed è in cerca della continuità che permetterebbe agli uomini di coach Pancotto di avvicinarsi alla zona playoff. Una squadra dotata di giocatori dall’alto potenziale, tra cui spicca Andrea Pecchia, sempre più decisivo negli schemi di gioco del team canturino. Un roster giovane con molte incognite, come quella del nuovo acquisto Joe Ragland, difficile al momento da collocare e in dubbio per la sfida di oggi. Treviso, dopo essersi imposta sulla Grissin Bon Reggio Emilia, non potrà permettersi momenti di deconcentrazione in questo delicato match. Gli uomini di Menetti cercheranno di imporre il proprio gioco e si potranno affidare a una squadra ricca di talento, oltre che alle capacità dello stratega che siede sulla panchina veneta.

Pistoia-Cremona

Chiude la tredicesima giornata di LBA Serie A il posticipo delle 20.45 tra l’OriOra Pistoia e la Vanoli Cremona. I toscani arrivano dalla sconfitta esterna di Brescia, però in casa vincono da tre gare consecutive. Carrea chiede solidità ai suoi per tenere testa ad un avversario in fiducia come quello lombardo. La squadra questa sera sarà al completo,ma dovrà comunque far fronte alle condizioni non proprio ottimali di giocatori come Brandt, Johnson e Landi. Cremona, per quanto riguarda la situazione infermeria, dovrà fare a meno anche di Stojanovic, che si aggiunge alla lista dove già troviamo i nomi di Travis Diener e Jordan Mathews. Per far fronte all’assenza del serbo, il club cremonese è tornato sul mercato e si sarebbe mosso per Jamarr Sanders, ex di Trento e Trieste. La squadra di coach Sacchetti, nonostante le assenze, si presenta al PalaCarrara con l’entusiasmo di chi lo scorso turno ha sconfitto la capolista Virtus Bologna, ancora imbattuta prima di capitolare al PalaRadi. Cremona vince da 5 partite consecutive e si trova nel gruppo delle quarte.Sembra ormai dimenticato l’opaco inizio di stagione.

Seguici su:

Pagina Facebook

Per altri articoli sul basket clicca qui

Back to top button