Basket

LBA Serie A, il programma della domenica

Siamo giunti alla 17a giornata di LBA Serie A, l’ultima del girone di andata. Vittorie di Brescia e Sassari nei due anticipi. Riposa la Virtus Roma. Diamo, quindi, un’occhiata alle sfide della domenica

LBA Serie A, Cremona-Brindisi

Apre la domenica di LBA Serie A il lunch match del PalaRadi tra la Vanoli Cremona e l’Happy Casa Brindisi. I padroni di casa nell’ultimo turno sono usciti sconfitti dalla sfida contro Sassari, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio. Happ, il migliore dei lombardi con 17 punti, seguito da Richardson e Saunders a 12. Contro Brindisi sarà presente Mathews, in campo per pochi minuti al PalaSerradimigni, mentre il ritorno di Diener è un punto interrogativo. L’Happy Casa arriva da un paio di vittorie consecutive, che le hanno permesso di raggiungere le Final Eight di Coppa Italia per la sesta volta negli ultimi 8 anni. Contro Treviso, la vittoria è arrivata soffrendo nella prima frazione, ma dominando, poi, nella ripresa. Protagonista Banks con 18 punti, subito dopo di lui Stone con 17 a referto. Buona anche la prestazione di Campogrande, 9 punti, sempre più decisivo quando c’è da cambiare marcia. Sarà la sfida numero 18 tra i due club. In vantaggio Cremona con 11 vittorie, contro le 7 dei pugliesi. La scorsa stagione fu questa partita a decidere la vincitrice della Coppa Italia, conquistata dalla Vanoli.

LBA Serie A
PHOTOCREDIT: Ciamillo
Il roster cremonese festeggia la Coppa Italia 2019

LBA Serie A, Milano-Cantù

Alle 17 l’Armani Exchange Milano ospita l’Acqua S.Bernardo-Cinelandia Cantù, in una delle classiche del nostro basket. L’Olimpia si presenta a questo derby, dopo aver conquistato il primo successo in Eurolega del 2020 sui russi dello Zenit. Una vittoria sofferta per gli uomini di Messina, che si spera possa far scordare la brutta prestazione di Bologna. Micov mette a referto 13 punti, dopo di lui Tarczewski 11 punti, Guidaitis e Scola a 10. Sconfitta, invece, la squadra di Pancotto nell’ultimo turno di Serie A. Cantù si è schiantata contro la maggiore solidità di Brescia. Non è arrivata la quinta vittoria consecutiva, ma i canturini ogni partita sembrano fare uno step in avanti. L’effetto Joe Ragland, 11 punti in 29′, c’è e ne beneficiano tutti i suoi compagni. Clark è uscito dal campo con a referto 23 punti, sotto di lui Burnell a 15. Derby numero 168, in vantaggio Milano con 100 vittorie sulle 68 canturine. Armani sempre a bottino pieno ,da 11 gare in campionato sugli avversari di oggi.

LBA Serie A
PHOTOCREDIT: Ciamillo
Joe Ragland, subito impattante al suo ritorno a Cantù

LBA Serie A, Trento-Virtus Bologna

Alle 17.30 la Dolomiti Energia Trento ospita la capolista Virtus Segafredo Bologna. I padroni di casa sono reduci dal successo esterno contro Varese, frutto della maggiore fisicità e delle migliori percentuali dall’arco. Blackmon è il mattatore con i suoi 24 punti, seguito dai 21 punti di Mian. La Virtus, invece, sconfiggendo Milano ha mandato un messaggio chiarissimo al campionato. I ragazzi di Djordjevic, attraverso una super prova corale, hanno messo le basi per quell’obiettivo Scudetto che sembra allontanarsi sempre più dalla blasfemia. La star Teodosic, 15 punti, è circondata da un gruppo di ragazzi che si stanno prendendo lo spazio che meritano :da Markovic ad Hunter e Gamble, fino a capitan Baldi Rossi. Sono 8 i precedenti tra le due compagini, in vantaggio troviamo i trentini con 5 successi a 3. La scorsa stagione furono, infatti, i padroni di casa a imporsi alla BLM Group Arena, con il risultato di 71 a 65.

LBA Serie A
PHOTOCREDIT: Ciamillo-Castoria
Vince Hunter, 19 punti contro Milano

VL Pesaro-Trieste

Alle 18.30 si vola alla Vitfrigo Arena, dove la Carpegna Prosciutto Pesaro sfida l’Allianz Pallacanestro Trieste. La squadra di casa vorrebbe chiudere con la prima vittoria stagionale un girone d’andata da film horror, caratterizzato da 14 sconfitte consecutive. Contro Venezia la squadra di Sacco ha mostrato, invece, dei passi avanti, riuscendo a tener testa ai Campioni d’Italia. Quattro i pesaresi in doppia cifra, guidati dai 26 di Williams e i 24 di Pusica. Marchigiani che rimangono in scia fino alla sirena finale, ma gli sforzi sono risultati vani ai fini del risultato. Trieste, invece, è tornata a vincere dopo 4 k.o. consecutivi, rimontando una Fortitudo in vantaggio all’intervallo lungo. Quando i giuliani hanno alzato il ritmo la Effe, forse ancora scottata dal derby, non è riuscita a rispondere all’energia degli uomini di Dalmasson. Ottima prestazione di Da Ros, 15 punti, e Jones, 13 punti, protagonisti assoluti di un terzo periodo che ha cambiato l’inerzia del match. Due i precedenti con una vittoria per parte. La scorsa stagione, a Pesaro, si sono imposti i padroni di casa grazie a un 103 a 77.

LBA Serie A
PHOTOCREDIT: Ciamillo-Castoria
Giancarlo Sacco, coach VL

Universo Treviso-Varese

Alle 19 la Pinguino De’ Longhi Treviso ospita l’Openjobmetis Varese. Entrambe le compagini si presentato a questa sfida con alle spalle una sconfitta. I ragazzi di Menetti hanno passato delle feste tutt’altro che felici, vista la batosta interna contro Sassari e quella dell’ultimo turno a Brindisi. In Puglia, nonostante le pesanti assenze, Treviso ha tenuto testa per oltre un tempo agli avversari, poi è mancata l’energia necessaria per colpire i padroni di casa. Prestazione da 20 punti di David Logan, 13, invece, per Alviti. Varese è tornata a perdere in casa dopo 3 mesi di imbattibilità interna. Contro Trento, la squadra di Caja rincorre tutto il tempo senza mai mollare, arrivando anche a -5 quando la sirena finale era distante un minuto. Il migliore è Ferrero con 16, coadiuvato da Mayo a 15. Nessun precedente tra le due società.

PHOTOCREDIT: Ciamillo-Castoria
Ferrero, 16 punti contro Trento

Fortitudo Bologna-Reggio Emilia

Chiude alle 20.45 il derby emiliano tra la Pompea Fortitudo Bologna e la Grissin Bon Reggio Emilia. La Effe se riuscisse a vincere otterrebbe il pass per le Final Eight, ma gli uomini di Martino dovranno spurgare le scorie derivate dalle due pesanti sconfitte. Contro Trieste i bolognesi hanno staccato la spina, dimostrandosi fragili al ritorno in campo dopo l’intervallo lungo. Non si può parlare di crisi, vista la posizione che occupa l’Aquila, ma non è un momento da sottovalutare. Aradori il migliore dei suoi con 17 punti, lo seguono Sims a 15 e Robertson a 12. Reggio, nell’ultimo turno, ha sconfitto la Virtus Roma, mettendo fine alla striscia di due sconfitte consecutive. La squadra di Buscaglia si è trovata in grande difficoltà nel finale, ma i due punti sono comunque arrivati. Cinque i reggiani in doppia cifra, i migliori Upshaw e Pardon, rispettivamente a 19 e 16 punti. I precedenti tra le due società vedono prevalere gli ospiti con 25 successi sui 17 reggiani.

PHOTOCREDIT: Ciamillo
Reggie Upshaw durante il match contro Roma (19 punti)

Seguici su:

Pagina Facebook

Per altri articoli sul basket clicca qui

Back to top button