Basket

LBA, gli MVP del sabato sono italiani. Tonfo Virtus, ok Fortitudo

Sabato concitato in LBA Serie A con il clamoroso k.o. interno della Virtus contro Cremona, guidata da un Beppe Poeta in stato di grazia. Career high di 28 per l’ex Torino. Primo successo stagionale per la Fortitudo, maturato su Trento grazie ai 21 punti di Fantinelli e altri quattro giocatori in doppia cifra.

LBA, impresa Cremona nel segno di Poeta

Va alla Vanoli Cremona il primo anticipo della terza giornata di LBA Serie A. La vittima dei lombardi è quella che non ti aspetti: la Virtus Bologna, oggi costretta a inseguire. I primi punti della gara li segna Mian con un tiro dall’arco, vero leitmotiv dell’intera partita. Cremona sfrutta poi la vena realizzativa di Hommes, riuscendo a chiudere inaspettatamente il primo quarto sul +10. E’ chiaro che per gli uomini di Djordjevic questa gara non si rivelerà una formalità, come invece sembrava più facile pronosticare. Di fatti il distacco tra le due squadre rimane invariato anche al ritorno negli spogliatoi, nonostante un buon inizio delle V Nere sedato dal parziale finale cremonese di 9-0 culminato nella tripla di Palmi. Nel terzo periodo la musica non cambia. La Virtus deve registrare 34 punti subiti e sprofonda a -21 che equivale al massimo vantaggio Vanoli. Nell’ultimo quarto la Virtus reagisce e disperatamente si riporta a -1 senza scovare il colpo del sorpasso. A impedirglielo è il magistrale Peppe Poeta, che negli ultimi 10 minuti si carica sulle spalle i suoi, impauriti dal ritorno di una squadra dal coefficiente offensivo importante: 28 punti e career high personale. La Vanoli sbanca la Segafredo Arena 92-95.

Peppe Poeta, 28 punti per lui (Instagram)

La Effe domina Trento con i suoi top scorer

Festeggia invece il primo successo stagionale l’altra sponda di Bologna, con il 93-70 sulla Dolomiti Energia Trento. La Fortitudo si porta avanti di 7 al termine del primo quarto, frutto del parziale iniziale di 8-0, impreziosito dai punti di Aradori (miglior realizzatore dei primi 10′). La Fortitudo scappa poi definitivamente tra la fine del secondo quarto e l’inizio del terzo con un parziale di 10-0 che regala alla Effe il +16. Nel penultimo periodo è Fantinelli show, che con le sue realizzazioni permette ai suoi di affacciarsi nel quarto finale sul +28, massimo vantaggio bolognese. Nell’ultimo quarto la squadra di Sacchetti gestisce con tranquillità sino alla sirena finale che regala la prima affermazione stagionale ai bianco-blu. Cinque fortitudini in doppia cifra con Fantinelli leader della serata con 21 a referto. Maye il migliore di Trento con 16.

Seguici su:

Pagina Facebook

Metropolitan Basket

Per altri articoli sul basket clicca qui

Back to top button