Gossip e Tv

”Le storie di Quarto Grado”, Corona e Della Chiave: al centro anche il caso Di Fazio

Ritornano Le storie di Quarto Grado in prima serata, venerdì 28 maggio. Questa sera al centro della trasmissione, si parte con il caso di Denise Pipitone e, successivamente, al centro anche il caso di Antonio Di Fazio.

Le storie di Quarto Grado, da Corona e Della Chiave al caso Di Fazio

Le storie di Quarto Grado - Photo Credits: tvblog.it
Quarto Grado – Photo Credits: tvblog.it

Venerdì 28 maggio, alle ore 21.25, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Le storie di Quarto Grado”: questa settimana in trasmissione, si parlerà di Anna Corona, Giuseppe Della Chiave e Antonio Di Fazio. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero. Il programma a cura di Siria Magri apre con il caso di Denise Pipitone, la bambina sparita dall’androne di casa all’età di quattro anni, il primo settembre 2004, a Mazara del Vallo. Tanti dubbi e moltissime ombre, su quella tragica mattina. Quali elementi hanno portato i magistrati di Marsala ad aprire una nuova inchiesta? Intanto, Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, nuovamente indagati per sequestro di persona, respingono ogni accusa.

Al centro della puntata anche la vicenda dell’imprenditore milanese, arrestato con l’accusa di aver narcotizzato e violentato una giovane donna. Antonio Di Fazio è accusato di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate.Nel corso delle indagini, gli investigatori hanno raccolto prove che potrebbero far pensare che, in passato, il manager 50enne abbia violentato altre donne. Dopo l’arresto, tre ragazze hanno denunciato Di Fazio in Procura: una di loro sostiene di essere stata sequestrata nella casa del dirigente, per settimane.

Foto in copertina: Credits, Mediaset

Seguici su Facebook, Instagram e Metrò

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button