Formula 1

Leclerc-Sainz, la lotta tra le due Ferrari che fa godere Verstappen

La Red Bull è più performante della Ferrari. Non ci sono dubbi in merito. Max Verstappen, inoltre, sembra essere più pronto rispetto al duo di piloti del Cavallino Rampante. Anche dovendo sostenere il peso di essere il campione del mondo in carico. La lotta Leclerc-Sainz di ieri, durante la Sprint Race, non ha facilitato di certo la rincorsa del team di Maranello alla vettura numero uno. L’olandese ha sfruttato alla perfezione, sua diretta ammissione, il duello tra i due ferraristi per prendere il largo nella mini gara confermandosi davanti a tutti. L’unione fa la forza, ma Mattia Binotto ha dato (nuovamente) carta bianca ai suoi piloti: nessuno dei due primeggia sull’altro. Sarà una scelta davvero saggia?

Max Verstappen ringrazia le due Rosse di Maranello e saluta

Leclerc-Sainz, la lotta tra le due Ferrari che fa godere Verstappen
Leclerc-Sainz lotta (Credit foto – pagina Twitter F1)

È stata una gara discreta, avevo un buon passo all’inizio ma poi il ritmo era molto simile a quello delle Ferrari – ha sottolineato Max Verstappen di Red Bull alla fine della Sprint Race dominata –. Ad ogni modo è stata una gara divertente e le Sprint Race dovrebbero essere sempre così avendo la possibilità di spingere dall’inizio alla fine. Nei primi giri Charles e Carlos hanno lottato tra di loro ed io sono riuscito a staccarmi un po’, ma il nostro passo era simile. Domani mi aspetto una gara interessante ed una lotta interessante. La corsa sarà molto più lunga e diventerà complicato per le gomme. La macchina va bene, ci sono alcune cose da ottimizzare ma nel complesso anche questo weekend siamo molto competitivi“.

Leclerc-Sainz, l’analisi dei due piloti “nemici-amici”

I primi sei-sette giri sono stati per lo più per conservare le gomme fino alla fine – ha detto Charles Leclerc a Sky Sport –, e la strategia ha funzionato; verso la fine le sentivo bene. Peccato aver perso un po’ di tempo nella battaglia all’inizio con Sainz, ma della gestione gomme sono contento, quindi per domani tutto è possibile. Come definire la sfida con Sainz? Hard racing, dura. Divertente, anche se avrei voluto farla con Max davanti per il primo posto, spero che io e Sainz la potremo avere anche domani ma per la vittoria. Perso un po’ di tempo lì? Io provavo a gestire le gomme nel migliore dei modi, forse abbiamo perso tempo, ma non so se si sarebbe potuto fare di più. Coi se e i ma non si fa nulla. Domani c’è da dare tutto. E c’è il passo per battagliare con la Red Bull“.

Sono partito bene, ho avuto un paio di lotte, prima con Verstappen in curva tre e poi sempre lì anche con Charles poco dopo. Va bene così, è stato divertente come devono esserlo le gare. Forse stavo surriscaldando le gomme quindi poi ho dovuto un po’ alzare il piede. Ci sarà bisogno migliorare il passo in gara, Max è sembrato molto forte in partenza. Piano piano stavamo iniziando ad avvicinarlo, domani la gara sarà più lunga, avremo delle mescole diverse, tutto può accadere. L’importante è che entrambi saremo in lotta per cercare di battere Max. Come la definirei? Molto bella e divertente – dice Carlos Sainz a Sky Sport –. Perso un po’ di tempo nella lotta con Charles su Verstappen? Non so, mi sembra che Max oggi avesse tutto sotto controllo. Il passo c’è, è sufficiente per stargli vicini, per sorpassarlo serve essere più veloci, forse servirà una strategia un po’ diversa“.

(Credit foto – pagina Twitter F1)

Seguici su Google News

Back to top button